• Google+
  • Commenta
14 dicembre 2011

UniPg: Firmati, nella Sala del Dottorato, gli accordi fra l’Università degli Studi di Perugia e il Technion di Haifa

Un ‘memorandum d’ intesa’ e un accordo di scambio fra studenti sono gli atti sottoscritti questa mattina, nella Sala del Dottorato di palazzo Murena, dal Rettore Francesco Bistoni e dal professor Peretz Lavie,  presidente del prestigioso Technion – Institute of Technology di Haifa. Grazie a tali protocolli sono ora possibili scambi di docenti, studenti, tesisti e dottorandi, e attività di ricerca comune fra i due istituti accademici.Il rapporto di collaborazione tra i due atenei è già iniziato grazie a un viaggio del Preside della Facoltà di Ingegneria di Perugia professor Gianni Bidini, accompagnato da alcuni docenti, ad Haifa e al Technion.

Da qui hanno preso le mosse i primi scambi di studenti, due perugini che hanno trascorso un periodo di studio ad Haifa, grazie a un contributo messo a disposizione dall’Associazione industriali di Perugia. Un’operazione che è stata un ‘battistrada’ che ha avvicinato le due realtà accademiche e favorito la concretizzazione delle intese firmate oggi e che interesseranno subito le facoltà di Ingegneria e Medicina e successivamente le altre nove facoltà dell’Università perugina.

Si tratta di un risultato importante e, al tempo stesso, un riconoscimento per l’Ateneo di Perugia, in considerazione dell’altissimo livello scientifico e didattico del Technion (13.000 studenti e un budget annuo di circa 500 milioni di dollari) che figura ai primi posti nella classifica dei migliori Politecnici al mondo, tanto da annoverare tra i suoi ricercatori i vincitori di tre premi Nobel nell’arco degli ultimi sette anni.

“Per tali attività l’ Ateneo di Perugia metterà a disposizione degli studenti borse di studio – ha sottolineato il rettore Bistoni -. E’ importante il fatto che i crediti didattici acquisiti al Technion dagli studenti avranno lo stesso valore di quelli ottenuti a Perugia”. Si tratta di un riconoscimento che, in Italia, hanno ottenuto solamente i Politecnici di Milano e Torino.

Presenti alla cerimonia della firma  i professori Boaz Golany, Vice-presidente del Technion, Antonio Pieretti, pro-rettore dell’Ateneo di Perugia, Gianni Bidini, Preside della Facoltà di Ingegneria, Annibale Luigi Materazzi, direttore del Dipartimento di Ingegneria civile e ambientale, il dottor Piero Abbina, presidente dell’Associazione italiana amici del Technion, la dottoressa Letizia Cerqueglini e il dottor  Alberto Krachmalnicoff, rispettivamente presidente ed ex presidente dell’associazione Italia-Israele di Perugia.

Nel corso dell’incontro a palazzo Murena i dottori Gianfranco Cialini e Alessandra Panzanelli Fratoni hanno illustrato alcune rarità presenti fra i manoscritti e gli antichi libri della biblioteca del Dottorato; in particolare alcune pergamene ebraiche.

Al termine i professori Lavie e Golany si sono incontrati, in Aula magna, con gli studenti dell’Università degli Studi di Perugia e hanno illustrato il ‘modello’ Technion sul fronte della ricerca, dell’imprenditorialità e dell’innovazione.
 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy