• Google+
  • Commenta
9 dicembre 2011

Università della Tuscia in controtendenza: boom iscrizioni

Boom di iscrizioni all’Università della Tuscia mentre diminuiscono del 9% in Italia. Nell’Università di Viterbo gli studenti in quest’anno accademico sono aumentati del 10%.

Il rettore Marco Mancini nella mattinata del 7 dicembre ha commentato l’orgoglio per il risultato ottenuto, “in un momento così delicato, in cui le previsioni andavano in senso contrario alle nostre speranze, i dati che presentiamo oggi sono molto soddisfacenti“.

Un dato dunque positivo per l’Università della Tuscia negli ultimi cinque anni e una tendenza diversa rispetto al resto del paese. Merito della campagna di presentazione delle attività formative, secondo il rettore, fatta quest’estate, e anche per la novità della sostituzione delle facoltà con i dipartimenti.

La dirigente Alessandra Moscatelli ha evidenziato inoltre alcune novità dell’ateneo :

Innanzitutto – ha spiegato – da qualche mese possiamo erogare alcuni certificati online. Ciò comporta un iter più pratico e più snello.

Inoltre quest’anno i ragazzi potranno compilare i moduli di valutazione dei loro insegnanti attraverso dei tablet elettronici che sono in grado di fornire i risultati in tempo reale. I docenti, a fine lezione, avranno subito la valutazione dei loro studenti”.

La presentazione dell’offerta formativa è avvenuta lo scorso anno anche nelle scuole. Merito, secondo il prorettore Giuseppe Nascetti, degli insegnanti che hanno tenuto negli istituti superiorialcune esercitazioni facendo accumulare credito agli studenti, in vista dell’iscrizione in università.

Infine l’ateneo si porta a casa un altro risultato positivo, il suo indebitamento, infatti, è pari a zero, un’ulteriore versione di tendenza rispetto agli altri atenei italiani :

Vorrei infine aggiungere – chiosa Manciniche ieri al ministero ho dato un’occhiata allo schema relativo alle università in debito. La metà degli atenei italiani è indebitata.

Ciò vuol dire che almeno il 50% delle università ha contratto dei mutui per finanziare progetti e iniziative. Questo è un aspetto importante, perché costituisce uno degli indici in base ai quali il ministero eroga i finanziamenti per le assunzioni”.

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata