• Google+
  • Commenta
11 dicembre 2011

Vincenzo Cerami a Davimedia

Si è tenuto lo scorso Martedì l’incontro inaugurale dei Workshop previsti per Davimedia, il format promosso da Davimus ed Osservatorio Comunicazione Partecipazione Culture Giovanili (OCPG). L’incontro di Martedì ha aperto il percorso che vedrà i quaranta studenti selezionati tra Davimus e Scienze della Comunicazione incontrare importanti esponenti del mondo dello spettacolo.

Dopo i saluti della preside di Facoltà Ileana Pagani, dei responsabili di Davimedia Marco Pistoia e Roberto Vargiu, e della coordinatrice OCPG Stefania Leone, si è lasciata la parola al protagonista del primo workshop, Vincenzo Cerami.

Cerami è scrittore, commediografo, sceneggiatore cinematografico: la sua carriera fu segnata dall’incontro con Pier Paolo Pasolini, suo insegnante di prima media e poi amico; grazie a Pasolini, Cerami venne a conoscere importanti personaggi del mondo della letteratura e del cinema, giungendo a firmare la sceneggiatura di Teorema (Pasolini, 1968) e pubblicare il suo primo romanzo Un Borghese Piccolo Piccolo, poi trasposto in film da Mario Monicelli (con sceneggiatura dello stesso Cerami).

Da lì in poi una prolifica attività di scrittura per il teatro e collaborazioni con Bellocchio (Salto nel Vuoto, Gli occhi, la bocca), Amelio (Colpire al Cuore, I ragazzi di Via Panisperna), Scola (Il Viaggio di Capitan Fracassa), Albanese (Uomo d’Acqua Dolce, La Fame e La Sete, Il Nostro Matrimonio è in Crisi) e soprattutto Benigni (Il Piccolo Diavolo, Il Mostro, La Vita è Bella, Pinocchio, La Tigre e La Neve).

Nel corso del lungo e piacevole discorso in occasione del workshop, Cerami è partito dalle basi dell’atto del raccontare per giungere ai tratti fondamentali delle varie aree della scrittura, con attenzione particolare per il teatro e, ovviamente, il cinema: in quest’ultimo caso sono stati frequenti i riferimenti a capolavori quali lo stesso La Vita è Bella e Vertigo di Alfred Hitchcock.

Sempre lo scorso Martedì, in serata, Cerami si è spostato a Giffoni per rappresentare, presso la Cittadella del Cinema, il suo spettacolo Una Vita di Parole , “finta autobiografia”, “racconto di un narratore che ha sempre cercato le parole, le sonorità e le immagini più adatte e più espressive per la messa in scena della nostra vita di esseri umani e di cittadini”.

Pasquale Parisi

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy