• Google+
  • Commenta
21 dicembre 2011

Walk on job, il freepress del lavoro: ecco come funziona

Walk on job
Walk on job

Walk on job

Machiavelli scriveva: “E sanza quella occasione, la virtù dell’animo loro si sarebbe spenta, e sanza quella virtù la occasione sarebbe venuta invano”.

È chiaro: la sola virtù non basta se non si presenta l’occasione giusta. E se in questo caso la virtù è una laurea e l’occasione è un’opportunità di lavoro o un’offerta formativa il problema diventa più complesso, tanto più considerando che il nostro è un Paese con un indice di occupazione giovanile almeno di dieci punti inferiore rispetto alla media europea.

C’è però qualcosa o qualcuno che una buona occasione ce la offre su un piatto, o per meglio dire, su una “bacheca d’argento”. Parliamo di Walk On Job, il nuovo freepress sul mondo del lavoro. Walk On Job è un giornale d’attualità, disponibile sia stampato che online. Offre interessanti articoli e inchieste che aiutano i giovani laureati a far luce sul panorama politico e lavorativo italiano ed europeo. Particolarmente interessanti sono però le bacheche “Annunci di lavoro”, “Formazione” e “Ultime notizie”.

Alla sezione “Annunci di lavoro”spiccano una decina di interessanti proposte di collaborazione o stage con alcune delle aziende più conosciute del Paese: BOSCH, DECATHLON e BNP PARIBAS GROUP sono solo i primi dei tanti nomi. I requisiti richiesti sono chiari così come i termini dei possibili contratti. Candidarsi o informarsi sugli altri annunci è altrettanto facile: basta visitare il sito web e il gioco è fatto.

Per chi volesse approfondire il proprio percorso di studio con tirocini o borse di studio all’estero,
la sezione “Formazione” presenta delle incredibili occasioni. Basta leggere il giornale o visitare il sito online per trovare programmi di specializzazioni e tirocini addirittura negli Stati Uniti o in Giappone. Anche qui le proposte sono presentate con chiarezza e si propongono a un pubblico di laureati particolarmente vario.

E non è finita qui. Chiunque sia interessato a partecipare a concorsi o a premi di laurea può trovare nell’apposita bacheca “Ultime notizie” i relativi bandi. Sceneggiatori, scrittori e designer si facciano avanti. Il ventaglio di proposte è quanto mai ampio: dal campo della gestione energetica a quello televisivo, dal marketing alla sceneggiatura ce n’è per tutti.

È comunque ovvio che nessun giornale o sito che esso sia possa garantire un’occupazione o un’occasione di formazione. Capacità e competenza sono sempre i requisiti necessari, ma è altrettanto intelligente sapersi guardare attorno e avere il coraggio di provare. Se poi c’è un giornale che ti aiuta, perché non cogliere la palla al balzo?

Simona Pirro

Google+
© Riproduzione Riservata