• Google+
  • Commenta
16 gennaio 2012

Altro studente scomparso, questa volta è un giovane milanese

Ettore Grassi è scomparso dalla circolazione.

Del giovane milanese, 26 anni, iscritto all’universita di L’Aquila, non si hanno notizie ormai da alcuni giorni. Giovedì 12 gennaio, per la precisione, è la data relativa all’ultima conversazione con i genitori (la madre, nella fattispecie), avvenuta tramite cabina telefonica.

Da allora, nessun segno. Almeno fino a due giorni fa, quando la polizia stradale ha rintracciato la Opel di Ettore in località Tre Camini in provincia di Fermo, parcheggiata a lato della Ss 16 Adriatica. La denuncia di scomparsa da parte dei parenti è stata ufficializzata sabato presso i carabinieri di Corbetta.

Le ricerche sono partite nella giornata di ieri e stanno interessando tutta l’area circostante il luogo in cui l’auto è stata rinvenuta, nel tentativo di individuare tracce utili ad identificare una determinata pista.

Una volta scattata la denuncia, Emilia Zarrilli, Prefetto di Fermo, ha infatti convocato d’urgenza una riunione per l’organizzazione dei pattugliamenti. Insieme ad unità cinofile, vigili del fuoco e sommozzatori, la Prefettura di Fermo ha anche coinvolto la capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto.

Nessun indizio, per ora, in grado di chiarire meglio la situazione; la Opel del ragazzo, rinvenuta con le chiavi ancora inserite nel cruscotto, a detta della Polstrada non recava danni e non mostrava comunque segni di possibili infrazioni.

Una scomparsa, quella di Grassi, che non può non richiamare alla mente la recente tragedia di Roberto Straccia, il ventiquattrenne marchigiano il cui corpo è stato ritrovato senza vita in mare, nei pressi di Bari, appena nove giorni fa, in seguito a setacciamenti durati quasi un mese.

Malgrado si speri un diverso epilogo in questa circostanza, tra le ipotesi attualmente ponderate dagli investigatori le più probabili sembrano essere l’allontanamento volontario o addirittura il suicidio. Va però specificato che le forze dell’ordine non sono in realtà intenzionate a scartare alcuna possibilità.

Ci si chiede, come da prassi, se il giovane non fosse affetto da eventuali disturbi psichici o caratteriali, ma al momento non si hanno a disposizione sufficienti informazioni a riguardo, eccezion fatta per la testimonianza di un amico che descrive Grassi come “un ragazzo un po’ taciturno ma senza particolari problemi.

Per quanto concerne l’ultima conversazione con i genitori, Ettore aveva a quanto pare semplicemente riferito di essere nell’imminenza di un colloquio di lavoro nelle Marche e di trovarsi momentaneamente sprovvisto di cellulare.

Non resta che attendere ulteriori sviluppi.

Francesco Ienco

Google+
© Riproduzione Riservata