• Google+
  • Commenta
29 gennaio 2012

American University: Bill Clinton è il “Secchione dell’Anno”

A Bill Clinton è stato assegnato il premio “Wonk of the Year” dalla Kennedy Political Union, associazione studentesca dell’American University che vuole premiare l’intelligenza, il carisma, le conoscenze e l’impegno dell’ex Presidente nelle attività politiche e sociali.

La Kennedy Political Union, organizzazione studentesca dell’American University, ha nominato“Wonk of the Year”, secchione dell’anno, l’ex Presidente degli Stati Uniti William J. Clinton, conosciuto da tutti come Bill.

Il premio, istituito per la prima volta quest’anno, vuole riconoscere ad un personaggio noto il merito di rappresentare l’incarnazione di un secchione per l’intelligenza, la concentrazione e l’impegno con cui utilizza le proprie conoscenze ed il proprio carisma al fine di creare cambiamenti significativi nel mondo.

Il termine “wonk” (secchione) dalla primavera del 2010, è diventato un simbolo dell’American University: sulle T-shirt dell’università, nei volantini, sui poster pubblicitari appare questa parola, non tanto ad indicare un individuo che dedica tutta la sua vita allo studio come nell’accezione comune, ma a designare una persona che utilizza le notevoli risorse mentali di cui dispone per fare la differenza e creare un mondo più sano.

Il primo “Wonk of the Year” è dunque il 42° Presidente degli USA Bill Clinton, sia per l’importanza data nel corso della sua presidenza all’istruzione ed all’assegnazione di borse di studio affinchè anche i più poveri potessero studiare, sia per l’impegno umanitario che lo vede coinvolto nelle sue William J. Clinton Foundation e Clinton Global Initiative.

La William J. Clinton Foundation è una fondazione istituita dall’ex Presidente che opera in quattro aree globali critiche con lo scopo di rafforzarle: l’empowerment economico, lo sviluppo della leadership e del servizio cittadino, la sicurezza sanitaria e la riconciliazione etnica, religiosa e razziale. La Clinton Global Initiative è un’organizzazione no-partisan che riunisce i leader mondiali per interrogarli sui problemi più gravi del mondo e trovare soluzioni.

La consegna del premio è avvenuta Venerdì alla Bender Arena: davanti a 3500 studenti, Clinton ha tenuto un discorso, trattando vari argomenti: dalla teoria fisica delle stringhe al genoma umano, fino a temi di più stretta attualità come la lotta alla droga messicana e le primarie repubblicane in corso in America.

Non è la prima volta che Clinton riceve la nomina di secchione: già nel 1992 il Baltimora Sun si riferiva a lui ed al compagno di corsa alla Presidenza Al Gore con l’espressione “double-wonk ticket”, titolo che gli resterà per tutta la durata della sua carica. Si può proprio dire che il premio “wonk” Clinton l’aveva già nel sangue da tempo.

Giulio Oliani

Google+
© Riproduzione Riservata