• Google+
  • Commenta
15 gennaio 2012

Bolivia: il Cestas progetta la nuova Facoltà di Scienze della Salute

Nuovo progetto sanitario in Bolivia per l’ong CestasIl Cestas – Centro di educazione sanitaria e tecnologie appropriate sanitarie è un’organizzazione non governativa bolognese che, dalla fine degli anni ottanta, è attiva in America Latina nel settore della cooperazione internazionale in materia sanitaria.

L’ultimo intervento dell’ong bolognese riguarda la Bolivia: nel paese andino, il Cestas, insieme ad altri due istituti specializzati nella medicina tradizionale, dovrà progettare la nuova facoltà di Scienze della Salute e Medicina dell’Università autonoma Tomas Frias di Potosì. “Con questo progetto – ha affermato Uber Alberti, presidente del Cestas – siamo chiamati ad offrire le nostre competenze sulla salute e l’architettura sanitaria, valorizzando le competenze e il lavoro dei professionisti locali.”

Nello specifico, il progetto prevederà la creazione di un parco pedagogico sanitario, esteso su un’area di ottomila metri quadrati: oltre alla Facoltà di Medicina e Scienze della Salute, il Cestas ha infatti intenzione di costruire altri due edifici che si integreranno all’ospedale universitario, al fine di potenziare i servizi sanitari offerti alla popolazione. Tutte le strutture, inoltre, saranno fornite di tecnologie a risparmio energetico ed eco-sostenibili.

Il parco sanitario, costruito secondo la forma della cruz andina, simbolo della visione cosmica dei popoli di Perù, Bolivia e Argentina del Nord, organizzerà dunque dei percorsi di alta formazione sanitaria e promuoverà la ricerca scientifica, senza dimenticare però l’assistenza medica alle popolazioni locali.

Pasqualino Guidotti

Google+
© Riproduzione Riservata