• Google+
  • Commenta
6 gennaio 2012

Kagatsume in visita all’Università di Foggia

Si è conclusa nella giornata di ieri, la vista all’ateneo dauno, del prof. Kagatsume, docente e esperto di economia ambientale e membro della prestigiosa università imperiale di Kyoto, considerata tra le migliori al mondo. Non a caso, nell’ateneo giapponese hanno studiato o esercitato l’attività ben otto premi Nobel.

Lo studioso era giunto la sera del 4 Gennaio a Foggia, per vistare le strutture di ricerca e le attività produttive del territorio.

Kagatsume ha incontrato il rettore dell’ateneo pugliese, Volpe. Presenti anche il delegato rettorale all’internazionalizzazione, prof. Elena Raniero, il delegato rettorale alle politiche ambientali e paesaggistiche, prof. Massimo Monteleone, il preside della Facoltà di Agraria, prof. Agostino Sevi e la dott.ssa Tomoko Imai della IA Trade s.r.l..

L’incontro è stato fortemente voluto dal prof.Maurizio Prosperi, ricercatore di economia agraria presso la Facoltà di Agraria, che da anni collabora con lo scienziato asiatico in progetti di ricerca nel settore agroalimentare e delle Bioenergie.

Prima di lasciare la regione, Il docente giapponese si è recato presso la sede operativa del Distretto Agroalimentare Regionale e nello stabilimento AR per la trasformazione del pomodoro.

Da questa visita sono emerse nuove opportunità di collaborazione tra le istituzioni universitarie di Foggia e l’ Università Imperiale, nei settori legati ai temi della sicurezza alimentare e delle bioenergie, che saranno tra le principali attività finanziate dal nuovo programma quadro europeo per la ricerca, sviluppato in sinergia con le imprese Horizon 2020 e presentato prima di Natale durante il forum organizzato dal Rettore.

Volpe si è detto soddisfatto dell’incontro avvenuto stamane e ne ha sottolineato il valore e l’importanza strategica affermando: “E’ di assoluta importanza incrementare le nostre relazioni internazionali , ma soprattutto rafforzare i contatti con le istituzioni scientifiche internazionali più prestigiose e importanti, come lo è indiscutibilmente l’Università Imperiale di Kyoto“.

Vincenzo Amone

Google+
© Riproduzione Riservata