• Google+
  • Commenta
27 gennaio 2012

Leggere per ricordare: il dramma della Shoah. Giornata commemorativa all’università del Molise

In questo giorno – 27 gennaio – purtroppo si celebra una ricorrenza del tutto negativa.

“La giornata della Memoria” (questo il nome della ricorrenza istituita dal Parlamento Italiano con legge n. 211 del 20 luglio 2000) è utile per ricordare le vittime del fascismo (di razza ebraica) che negli anno 40 erano state deportate in campi di concentramento per essere uccisi con ogni tipo di ferocia.

Molteplici sono al riguardo le iniziative di commemorazione che si segnalano in tutti i luoghi del sapere.

Sensibile a tale “richiamo” è anche l’Università degli studi del Molise.

I docenti dell’ateneo di viale “De Sanctis” si sono rivolti in maniera diretta ai propri studenti, invogliandoli (semmai ce ne fosse ancora bisogno) a documentarsi su questa tragedia.

Sono stati scelti vari documentari ovvero manuali che hanno raccontato in maniera fedele, diretta e purtroppo cruda le brutali vicende di quell’epoca.

Alcuni dei testi menzionati dal gruppo docente sono: “Voci dal Lager”, edito da Einaudi, “La stanza segreta di Anna Frank” e “Auschwitz. Ero il numero 220543” editi da Newton Compton

Tra i film invece si segnalano: “Le non persone”, di Roberto Olla, è il primo film-documentario in 3D girato ad Auschwitz è stato realizzato in occasione del Memory Day della Shoah 2012 e “La chiave di Sara” diretto da Gilles Paquet-Brenner Parigi ai giorni nostri.

“Un ricordo oserei direi necessario” queste le prime parole del rettore dell’università prof Giovanni Cannata Queste vicende che fanno parte della storia, non devono mai essere dimenticate da nessun popolo che voglia dirsi civile. Solo guardando al passato, l’uomo può e dove progredire senza commettere violenze di nessun tipo”.

Marco Cristofaro

Google+
© Riproduzione Riservata