• Google+
  • Commenta
22 gennaio 2012

Meno carta e più byte alla Ca’ Foscari

Meno carta più byte. Questa è la strada prettamente green che ha scelto di intraprendere l’Università Ca’ Foscari. Dalla sessione autunnale del 2012 in poi, infatti, le tesi di laurea e i libretti universitari dell’ateneo veneziano verranno prodotti esclusivamente in formato digitale.

Attraverso il ricorso al digitale si andrà incontro all’ambiente, ai portafogli degli studenti e alle casse dell’Università. Questa scelta, infatti, consentirà all’ateneo di risparmiare circa ventimila euro e ai laureandi di non dover più sostenere le spese necessaria per la stampa e la rilegatura della loro tesi.

Il libretto verrà sostituito da una tessera elettronica, mentre le tesi in formato digitale verranno caricate dagli studenti nell’apposita sezione del sito dell’Università Ca’ Foscari. Attraverso questa stessa piattaforma il relatore potrà consultare il testo.

Quella intrapresa dall’ateneo della città lagunare è una svolta che ben risponde alle esigenze di un mondo sempre più oppresso dalle conseguenze dell’inquinamento, ma porterà alla scomparsa di alcune tradizioni radicate nella cultura studentesca, come la scelta della rilegatura della propria tesi di laurea o la firma del docente sul libretto.

Tutte tradizioni che hanno coinvolto, fino ad oggi, un’infinità di studenti, ma che appaiono sempre meno sostenibili e convenienti per ragioni di natura economica, ambientale e logistica. Fra le motivazioni che hanno spinto i vertici d’ateneo a prendere questa decisione, infatti, vi è la difficoltà di reperire dei luoghi in cui archiviare e conservare le tesi di laurea in formato cartaceo.

Alessio Testa

Google+
© Riproduzione Riservata