• Google+
  • Commenta
5 gennaio 2012

Più evoluti di così non si può!

Chi non ha mai immaginato un futuro in cui l’uomo fosse dotato di un’intelligenza superiore e, chissà, di poteri particolari legati al suo cervello sviluppato?

Ebbene, dimentichiamoci tutto: il nostro cervello ha già raggiunto il massimo della sua evoluzione.

La “deludente” scoperta è da attribuire a due ricercatori, Thomas Hills dell’Università di Warwick e Ralph Hertwig di quella di Basilea, i quali hanno pubblicato un saggio, sulla rivista Current Directions in Psychological Science, mediante il quale definiscono il confine ormai raggiunto dal nostro intelletto.

Ci troviamo in perfetto equilibrio tra le abilità mentali e la personalità” scrivono i ricercatori nel loro saggio “Ulteriori sviluppi cerebrali ne conseguirebbero solo malattie quali l’autismo, la sinestesia o altri problemi psicologici“.

Secondo gli scienziati, infatti, soggetti con un quoziente intellettivo superiore alla media, come ad esempio gli ebrei aschenaziti, mostrano statisticamente di avere più probabilità di ammalarsi.

A conferma della loro teoria, i ricercatori prendono in considerazione i farmaci che aumentano le prestazioni cognitive, i quali non hanno alcun effetto sui soggetti privi di problemi cerebrali.

Dunque sembra proprio vero: gli uomini del futuro saranno intelligenti quanto noi.

Bianca Crivelli

Google+
© Riproduzione Riservata