• Google+
  • Commenta
2 gennaio 2012

Premio giornalistico “Talea”, il merito mette le radici

Si chiama “TALEA il merito mette radici”, il Premio giornalistico nazionale istituito dalla Fondazione Ethnoland rivolto a giornalisti, blogger e iscritti alle scuole di giornalismo che hanno raccontato la società multiculturale.

Il concorso è aperto agli operatori dell’informazione, iscritti alle scuole di giornalismo, addetti degli uffici stampa istituzionali, sia che risiedano in Italia che all’estero.
Sarà una prestigiosa giuria ad assegnare i premi previsti a coloro che avranno realizzato gli articoli più originali, approfonditi e coinvolgenti su tematiche quali: la valorizzazione e la diffusione del valore del merito legato ai fenomeni migratori, ai modelli della buona integrazione, nonché alla valorizzazione della multietnicità e diversity. Saranno ammessi gli articoli e i servizi audio-video pubblicati su agenzie, quotidiani, siti internet ed emittenti radio-televisive trasmessi nel periodo dal 1 giugno 2010 al 31 dicembre 2011.

La premiazione avverrà a marzo 2012 e verranno decretati tre vincitori per le categorie: miglior articolo o post pubblicato su quotidiani, periodici, siti internet, organi istituzionali e agenzie di stampa; miglior servizio radiofonico diffuso; miglior servizio televisivo realizzato. A ciascuno dei tre vincitori andrà un premio in denaro di 1.500 euro.

Per partecipare è richiesta la spedizione dei servizi a mezzo posta, entro il 31 gennaio 2012 alla Segreteria Organizzativa, presso Fondazione Ethnoland, via Settembrini, 60– 20124 Milano (MI)

La Fondazione Ethnoland, che ha bandito il Premio giornalistico Nazionale, è nata nel 2004 a Milano per volontà del suo Presidente, il Dott. Otto Bitjoka, camerunense di origine e da 35 anni in Italia, una laurea in Scienze economiche e bancarie alla Cattolica con il massimo dei voti, una post-laurea in Amministrazione aziendale alla Bocconi e una laurea in filosofia.
Il Premio rientra fra le varie iniziative promosse dalla fondazione per portare alla luce i vari talenti e le tante eccellenze che pur si annidano nel corpo migrante ma che fanno fatica ad emergere.

Un’altra di queste iniziative, giunta quest’anno alla sua seconda edizione, è la Talea Summer school, una scuola di leadership per immigrati altamente qualificati.
Sempre fedele alla sua missione di valorizzare l’immigrazione qualificata, Otto Bitjoka è promotore anche del Talent Welcome day: un occasione per mettere a confronto le aziende interessate al diversity management e i giovani immigrati che possono vantare un eccellente percoso di studi.

Per Scaricare il bando: http://www.odg.it/files/Talea%20bando.pdf

Per ulteriori informazioni: Ufficio Stampa Talea:ufficiostampa@taleaweb.eu

Tedeschi Giuseppina

Google+
© Riproduzione Riservata