• Google+
  • Commenta
10 gennaio 2012

Record di immatricolazioni alla Ca’ Foscari

Con dicembre si sono chiuse le immatricolazioni ufficiali ai corsi di laurea triennale e magistrale dell’Università Ca’ Foscari. Al 21 dicembre erano 4mila 16 le matricole iscritte ai corsi triennali (più 12,2 per cento in confronto all’anno passato), alle quali si aggiungono le iscrizioni alle lauree magistrali, mille 635 (più 3,6 per cento rispetto all’anno scorso), per un totale di 5mila 651 nuovi iscritti, un dato certamente molto positivo.

«Il trend di crescita nelle immatricolazioni è superiore a quello degli scorsi anni – spiega il rettore di Ca’ Foscari, Carlo Carraro – Per le triennali che rappresentano la quota principale, siamo a cifre mai raggiunte. Questo in gran parte dipende dallo sforzo fatto nei mesi passati, di rinnovare profondamente l’offerta didattica del nostro ateneo per renderla sempre più moderna. Un’offerta formativa che integra insegnamenti diversi, come le lingue con l’economia per fare un esempio, o la storia dell’arte con l’informatica. L’obiettivo è di continuare su questa strada spiegando al meglio quanto straordinario sia studiare a Venezia e confermando l’alta qualità dei corsi, degli insegnamenti e dei servizi a disposizione di chi sceglie Ca’ Foscari».

Gli aumenti si sono registrati soprattutto nei corsi di lingue Orientali, che passano da 510 a 820 nuovi iscritti (+60%), un incremento straordinario sottolineato anche dal prof Siniscalco nell’intervista a Maria Latella su SKYTG24 di ieri 8 gennaio come segno dell’Italia che sa cambiare.

Un dato nuovo e importante, dopo alcuni anni di declino, è che aumentano del 26 per cento le matricole dell’area scientifica, con incrementi soprattutto nel corso di Laurea in Scienze Ambientali e Informatica e un rinnovato interesse per il nuovo corso in Chimica e Tecnologie sostenibili (86 iscritti, +30%). Il totale per i corsi di laurea triennale per l’area scientifica passa da 235 a 297.

«Il dato relativo all’area scientifica è sicuramente molto interessante – sottolinea Carraro – è il segnale che i cambiamenti radicali che abbiamo fatto nell’offerat formativa sono stati capiti. Sono percorsi di studio e formativi poi molto richiesti dal mercato del lavoro. Ca’ Foscari ha investito molto anche sulle scienze e continuera’ a farlo per rendere il suo campus scientifico all’avanguardia. Entro ottobre del prossimo anno saranno pronti i nuovissimi spazi in via Torino che daranno migliori e moderne strutture».

Sostanzialmente stabile l’Area Umanistica pur in costante crescita, che passa da 681 a 697 immatricolati al primo anno (+2,3 per cento) con l’effetto trainante del corso di Conservazione e gestione dei beni e delle attività culturali, un altro corso che integra competenze di discipline diverse, che risulta avere 267 nuove immatricolazioni a cui si aggiungono le 44 in Tecnologia per la conservazione e il restauro.

Punto di forza di Ca’ Foscari rimane l’ambito economico che mantiene e accresce la sua capacità attrattiva con i Corsi di Economia aziendale – Economics and Management (ex Economia Aziendale), Commercio Estero ed Economia e Commercio che registrano nel 2011 una crescita del 12 per cento passando da mille 312 matricole a mille 471, con una forte crescita soprattutto a Treviso (quasi raddoppiato).

A questo proposito va segnalato inoltre come i corsi di laurea magistrali in Management ed Economia, siano quelli che fanno registrare uno dei migliori differenziali, con un incremento delle immatricolazioni del 7,5 per cento.

«L’elevato livello della formazione in campo economico – spiega Carraro – è di certo uno dei motivi per cui la crescita nel numero degli immatricolati è soprattutto legata alle lauree specialistiche dove Ca’ Foscari garantisce percorsi di assoluto livello e competitivi su scala internazionale».

Sempre nell’ambito delle lauree magistrali, in crescita praticamente tutti i corsi di laurea attivati da Ca’ Foscari: sia in area scientifica (+17 per cento) che in area linguistica dove si passa dai 374 iscritti dell’anno passato ai 466 del 2011-2012 (+11 per cento). Stabile l’area umanistica (454 iscritti nel 2011 contro i 452 nel 2010),

Google+
© Riproduzione Riservata