• Google+
  • Commenta
6 gennaio 2012

Se porti i jeans per mesi senza lavarli non puzzano

Per coloro che temono il viaggio settimanale alla lavanderia a gettoni, i ricercatori hanno qualche buona notizia: indossare un paio di jeans per mesi senza lavarli non farà scappare gli amici dall’olfatto sensibile. È questo il sorpremdente risultato di una ricerca dell’Università di Melbourne, in Australia, il bizzarro esperimento, condotto Tullia Jack (in foto) per la sua tesi di dottorato in Filosofia, ha avuto come scopo lo studio dei “costrutti sociali di pulizia nel contesto della moda eco-sostenibile”.

La ricerca ha visto come protagonisti un gruppo di 30 volontari che hanno indossato altrettanti paia di jeans senza mai lavarli per cinque mesi, cinque giorni a settimana. I partecipanti, con un’età compresa tra i 18 e i 56 anni, sono stati regolarmente intervistati durante tutto il corso dell’esperimento: mentre alcuni sono stati tentati spesso di gettare il capo d’abigliamento in lavatrice, altri si sono dichiarati soddisfatti di aver indossato i pantaloni così a lungo senza sentirsi a disagio.

Sicuramente l’esperimento ha avuto un impatto ambientale positivo, con litri di acqua e di sapone risparmiati, senza considerare inoltre il risparmio energetico e la minore usura del pantalone. «Non c’è bisogno di lavare i vestiti così spesso. Le macchie vanno e vengono, si consumano e basta», spiega la ricercatrice, anche se ammette che alla fine della ricerca molti capi presentavano macchie, ma nessun cattivo odore. L’aspettativa della ricercatrice è che l’esperimento, inusuale per la sua tesi, sia una sfida per la nostra cultura “iper-pulita” ma con scarse attenzioni verso il lato ecologico.

I jeans per l’esperimento sono stati donati da marche locali e a marzo 2012 le 30 paia di jeans saranno esposte alla mostra “Nobody was dirty”, dove i visitatori potranno testare con il proprio naso se la teoria della dottoressa Tullia Jack funziona.

Graziella Marturano

Google+
© Riproduzione Riservata