• Google+
  • Commenta
28 gennaio 2012

Storia del carcere con riguardo alla realtà del XVIII secolo

Oggetto della presente trattazione è una panoramica sull’evoluzione dei sistemi penitenziari, con particolare riguardo alla realtà del XVIII secolo.
L’excursus prende le mosse dall’analisi della realtà carceraria dalle origini al periodo immediatamente antecedente l’Illuminismo.
Il XVIII secolo ha rappresentato un punto cruciale nella storia del carcere, diventato nel frattempo penitenziario.

Su questa svolta epocale, e in particolare sul ruolo svolto da illustri pensatori quali Cesare Beccaria, Gaetano Filangieri, Antonio Genovesi e i fratelli Verri in Italia, Rousseau e Montesquieu oltralpe, ci si è soffermati nella parte successiva: l’esecuzione della pena, e di conseguenza le condizioni di vita penitenziaria vengono riviste sulla scorta delle nuove idee illuministiche, non tralasciando il ruolo inconsapevolmente prodromico svolto da una parte progressista della Chiesa cattolica.

Di particolare interesse si è rivelato l’originale modello, esclusivamente teorico, e il cui prototipo si può ritrovare nel correzionale di San Michele, costruito da Jeremy Bentham, e minuziosamente descritto da Foucault, ma in realtà mai applicato in concreto, se si esclude qualche richiamo architettonico, tra l’altro non suffragato da prove documentali, nell’ “Ergatolo” di Santo Stefano di Ventotene.

I penitenziari italiani, in realtà, costituiscono un modello paradigmatico, cui attingeranno i sistemi stranieri. Howard, sotto questo aspetto, visitando le carceri di Porta Portese e Via Giulia a Roma, le prenderà come esempio da esportare, e dal quale prenderanno spunto i famosissimi sistemi auburniano e filadelfiano.

La Rivoluzione napoletana del 1799, con il conseguente assetto delle carceri politiche borboniche, costituisce una realtà a sé stante, completamente divergente dalle teorie esposte.
Domineranno atrocità ed efferatezze di ogni genere, di cui sono testimonianza le singolari esecuzioni capitali.
Nella parte conclusiva si è messa in luce l’importanza che i sistemi carcerari in oggetto hanno avuto sulle successive elaborazioni teorico-pratiche inerenti all’esecuzione della pena dal periodo post-illuministico ai giorni nostri.

AUTORE: Teresa Bruno

UNIVERSITA’: Università degli Studi di Napoli Federico II

ANNO ACCADEMICO: 1999/2000

TESI IN: Criminologia

 

STORIA_DEL_CARCERE_CON_RIGUARDO_ALLA_REALTA_DEL_XVIII_SECOLO

Google+
© Riproduzione Riservata