• Google+
  • Commenta
8 gennaio 2012

UniFg: casa dello studente, storia in-finita?

Un annuncio, quello del Rettore dell’Università di Foggia Giuliano Volpe, che fa ben sperare.
Intorno al 21 gennaio, si terrà l’inaugurazione della tanto attesa casa dello studente di via Galanti, la seconda dopo quella di via Trieste.
Sì, a giorni la inaugureremo, penso entro il 21, e quello per l’Università foggiana sarà un grande giorno” ha commentato entusiasta “è pronta, stiamo sistemando gli arredi”.

L’istituto sarà intitolato a Marina Mazzei, archeologa impegnata nello studio e nella valorizzazione del patrimonio culturale della Daunia scomparsa prematuramente nel 2004, a soli 49 anni.

Novantanove posti letto, palestra, giardino, servizio lavanderia, bar e mensa saranno, dunque, molto presto a disposizione degli studenti risultati idonei ai requisiti richiesti dal bando Adisu e degli studenti Erasmus.

Ma non è finita.
Lavori in corso anche in viale Di Vittorio dove sorgerà -non si sa ancora quando- la terza residenza per gli studenti fuori sede, con ulteriori 60 posti letto.

Sembra quindi concludersi per il meglio una vicenda, quella della casa dello studente di via Galanti, iniziata nel 2004 e percorsa da un susseguirsi di ritardi e aperture mancate, che avevano quasi del tutto cancellato le speranze di centinaia di fuori sede.

Già nell’ormai lontano 2007, infatti, era stato previsto il termine dei lavori, ma l’apertura annunciata della casa slittò a causa di una controversia sorta tra l’ente per il diritto allo studio e l’impresa appaltatrice Ra.co, che determinò un arresto dell’attività di costruzione dell’edificio.

In seguito, una serie di modifiche al progetto originario pianificato per la struttura e le riserve avanzate dalla ditta costruttrice portarono ad un consistente incremento del costo iniziale dell’opera, con il risultato dell’avanzamento di una vertenza finita nella aule del Tribunale.

A sorpresa, la questione si risolse positivamente, con la consegna del fabbricato da parte della ditta Ra.co all’Adisu Puglia.
Era l’ottobre del 2009: nuovo annuncio dell’apertura della casa e nuovo buco nell’acqua.

Sarà questa la volta buona?
Non resta che attendere il 21 gennaio per l’inaugurazione ufficiale.

Francesca Martines

Google+
© Riproduzione Riservata