• Google+
  • Commenta
3 febbraio 2012

Austria: Dietrich Mateschitz, proprietario della Red Bull, dona 70 milioni di € al centro universitario Paracelsus Medizinische Privatuniversität

Dietrich Mateschitz, proprietario della Red Bull, di due scuderie di Formula 1 e tre squadre di calcio, ha deciso di mettere parte dell’ingente patrimonio che possiede a sostegno della ricerca universitaria sulle lesioni del midollo spinale che possono portare alla paralisi.

Dietrich Mateschitz, fondatore e coproprietario dell’azienda Red Bull produttrice dell’omonima bevanda, ha donato 70 milioni di € al Paracelsus Medizinische Privatuniversität (PMU)), un centro universitario privato di ricerca di Salisburgo, come riportato dal quotidiano austriaco “Salzbourg 24”.

Mateschitz, uomo più ricco dell’Austria, oltre alla Red Bull possiede due scuderie di Formula 1, la Red Bull Racing e la Toro Rosso, un team Nascar e tre squadre di calcio: la FC Red Bull Salzburg, la New York Red Bulls e la Red Bull Brasil FC. Ha da sempre sostenuto il PMU fin dalla sua fondazione, nel 2002, a cui lo stesso Mateschitz ha contribuito con il suo aiuto.

L’equipe del PMU ha assicurato che l’ingente donazione servirà per delle ricerche sulle lesioni del midollo spinale che possono condurre alla paralisi, garantendo inoltre che il PMU potrà funzionare fino al 2023 proprio grazie alla generosità di Mateschitz.

Il magnate austriaco si è limitato ad affermare ad un giornale spagnolo che il progetto di ricerca è meritevole e pertanto lui ha voluto sostenerlo, senza rilasciare altre dichiarazioni in merito. Quella di Mateschitz è la terza più grande donazione fatta in Europa da un privato ad un’università.

Giulio Oliani

Google+
© Riproduzione Riservata