• Google+
  • Commenta
7 Febbraio 2012

Dal Ministero del Lavoro un bando in memoria di Marco Biagi

Al via il bando che premierà con 3 mila euro lordi ciascuna, due delle migliori tesi discusse tra il 25 febbraio 2011 e il 18 febbraio 2012, esclusivamente in diritto del lavoro e delle relazioni industriali.

Il concorso, indetto dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e dall’Adapt (Associazione per gli studi internazionali e comparati sul diritto del lavoro e sulle relazioni industriali), incoraggia la qualità della tesi nel settore in cui Marco Biagi seppe distinguersi durante la fine del secolo scorso, premiando i migliori scritti.

Le domande e i relativi allegati dovranno pervenire entro le ore 12 del 20 febbraio 2012 presso la Direzione generale delle politiche attive e passive del lavoro del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Attenzione però, perché potranno partecipare solamente gli studenti che avranno conseguito una laurea magistrale specialistica o magistrale a ciclo unico, e che in ogni caso, conseguano la laurea a fronte di un percorso di studi universitari non inferiore a cinque anni.

Così, a un decennio dalla sua brutale scomparsa, l’eredità intellettuale del famoso giurista ispira il Premio Biagi.

Nato a Bologna nel 1950 e morto assassinato nel 2002, Biagi è stato consegnato alla storia come eccelso innovatore. Fu Rappresentante di Governo in materia di occupazione e mercato del lavoro per l’Unione Europea negli anni Novanta e professore di Economia e Diritto del lavoro nelle migliori cattedre italiane.

E non è certo la prima volta che a un personaggio insigne morto tragicamente viene dedicato un concorso per studenti meritevoli. Si pensi al rinomato premio Ilaria Alpi e Maria Grazia Cutuli, in memoria delle due corrispondenti di guerra morte per raccontare la verità.

Ognuna di queste iniziative diventa un monito per giovani studenti, invogliati a eccellere in studi e ricerche.

Maria Grazia Lisi

Google+
© Riproduzione Riservata