• Google+
  • Commenta
23 febbraio 2012

L’ Università di Siena si presenta ai futuri studenti

Oltre 4 mila studenti arrivati dalle scuole superiori della Toscana e di altre regioni italiane, tutte le facoltà dell’Ateneo impegnate nella presentazione dei corsi di studio, delle attività didattiche, dei servizi e delle opportunità a disposizione di chi studia all’Università di Siena: sono entrate nel vivo le due giornate di “Università aperta”, che mirano ad offrire ai giovani un’occasione per conoscere concretamente il mondo dell’università senese.
Durante “Università aperta”- che continuerà per tutta la giornata di domani – ai ragazzi è offerta la possibilità di assistere a lezioni, ad attività di laboratorio, a simulazioni di esami. Docenti e studenti tutor sono impegnati a guidare attraverso tutte le attività dell’Ateneo chi sta per scegliere il proprio percorso universitario.
Le due giornate di “Università aperta” costituiscono un importante appuntamento del ricco calendario di eventi e attività di orientamento che l’Ateneo senese mette in campo tutto l’anno, coinvolgendo le scuole superiori in un progetto organico, che avvicina gli studenti e le famiglie
alla realtà universitaria, per favorire una scelta consapevole del percorso di studi.

Full immersion in una giornata-tipo all’università, contatto diretto con i docenti, visite ai luoghi dove si insegna, si studia, si fa ricerca: sono queste le modalità scelte per far conoscere da vicino il mondo dell’Università di Siena, che, quest’anno, per arrivare a dialogare con le aspiranti matricole, ha deciso di comunicare anche attraverso i social network. Da qualche settimana, infatti, è attiva una fan page dell’Università di Siena, linkata sulla home page www.unisi.it , dove è possibile anche trovare il collegamento a Twitter e You Tube. In più, dagli studenti tutor è stato creato un profilo facebook, dove è possibile collegarsi con loro via chat.

“La nostra università ha dimostrato, con l’ottimo incremento degli immatricolati per quest’anno accademico, di essere molto apprezzata dagli studenti, grazie alla buona qualità della didattica e dei servizi erogati – ha detto il rettore Angelo Riccaboni, intervenendo alla conferenza stampa di presentazione delle giornate di orientamento -. Sappiamo che per mantenere questi risultati dobbiamo fare un buon lavoro e continuare a rispondere appieno alle esigenze dei giovani e delle famiglie, che in un momento economicamente difficile come questo, iscrivendo i ragazzi all’università, fanno un importante investimento per il futuro.

Le due giornate di Università aperta servono a rispondere in modo chiaro e mirato a tutti gli interrogativi dei giovani rispetto al percorso universitario, ai servizi offerti e agli sbocchi professionali. Oltre che attraverso gli stand informativi, ai colloqui e alle lezioni dimostrative, quest’anno abbiamo cercato di agevolare ancora di più il dialogo con gli studenti utilizzando per la prima volta i social network. Si tratta di una piccola innovazione che fa parte del progetto già in atto di potenziamento delle attività di orientamento”.
Consolidamento dei rapporti con le scuole superiori, maggiore coinvolgimento dei dirigenti scolastici e dei docenti, sviluppo di nuove occasioni di contatto tra i ragazzi delle superiori e l’università, sono alcuni dei punti cardine su cui ruota il progetto delle attività di orientamento dell’Ateneo senese, come ha spiegato Fabio Berti, delegato del rettore alle attività di orientamento: “L’Università di Siena cura attentamente da molti anni le attività in questo settore attraverso strutture dedicate, sia a livello centrale che in ogni facoltà. Per il prossimo futuro miriamo al maggiore coinvolgimento delle strutture del territorio e al potenziamento di attività di orientamento formativo, offrendo interventi di didattica a livello universitario direttamente nelle scuole, in continuità con i programmi di insegnamento che sono già previsti”.

“Università aperta” si svolge presso le sedi universitarie di via Mattioli, San Niccolò, San Francesco, San Miniato, Le Scotte, Pian dei Mantellini, e anche presso il Polo universitario di Arezzo. Presso i punti di accoglienza nelle facoltà è disponibile materiale sull’offerta formativa e sui servizi per gli studenti, con la presenza anche del personale dell’Azienda regionale per il Diritto allo studio e degli studenti tutor, che  sono a disposizione dei loro futuri colleghi per aiutarli a comprendere meglio la vita all’interno dell’Università.
La partecipazione alle attività di “Università aperta” è libera. Per ogni informazione relativa alle attività di orientamento dell’Università di Siena è possibile rivolgersi durante tutto l’anno all’Ufficio accoglienza, orienatamento e tutorato, presso il Rettorato (orientamento@unisi.it).

 


Google+
© Riproduzione Riservata