• Google+
  • Commenta
29 febbraio 2012

L’hi- tech rende possibile il movimento del paziente paralizzato

Purtroppo, al mondo sono innumerevoli i casi di persone affette da lesione del midollo spinale, motivo per cui, le persone interessate,  risultano impossibilitate anche nei movimenti più semplici. La School of Electrical and Computer Engineering del Georgia Institute of Technology con il contributo del professor Maysam Ghovanloo, sta lavorando ad un “computer speciale” che li aiuti a manovrare la propria sedia a rotelle con il semplice movimento della lingua.

In passato, fu messa a punto una tecnologia analoga che permetteva il movimento tramite un auricolare. Considerando però che la tecnologia si rinnova e di conseguenza migliora, il Tongue Drive System (questo il nome del nuovo dispositivo) può essere indossato sfruttando un discreto apparecchio dentale molto più efficiente ed efficace rispetto al primo, che esigeva tra l’altro una continua risistemazione.

Effettivamente, rispetto al modello precedente, il nuovo sistema vanta ( trovandosi stabilmente in bocca) una maggiore saldezza e infonde maggior sicurezza nella persona stessa. L’apparecchio dentale, è stato proposto per la prima volta a San Francisco e supportato (nella realizzazione) dal prestigioso istituto “National Institute of Health” e dalla “National Science Foundation”.

Il nuovo apparecchio dentale, strutturalmente parlando, dotato di un sensore davvero intelligente, prima dell’utilizzo deve essere inserito in bocca e spostato verso il palato cosicché la struttura dentaria possa tranquillamente modellarlo. Ciò crea un perfetto assestamento dell’apparecchio in virtù della propria arcata dentaria.  Inoltre il dispositivo è dotato di una comoda batteria ricaricabile.

Nel momento in cui la persona necessita del dispositivo e lo calza, i segnali emessi dal sensore vengono tempestivamente e virtualmente trasmessi ad un iPod o ad un iPhone. Questi ultimi, dotati di un software “particolare”, interpretano gli imput della lingua, orientando in modo esatto i movimenti della persona.

Gli accorgimenti adottati nel tempo per rendere più agevoli i movimenti delle persone con forte paralisi, sono stati numerosi e di vario genere; si va dal joystick manuale al sensore che capta e comprende i movimenti della testa. Il Tongue Drive System, sebbene mostri svariate e apprezzabili qualità positive in più rispetto ai suoi predecessori, è in via di sperimentazione per ora su pazienti sani ma verrà esteso a breve a persone con reali esigenze fisiche al solo scopo di rendergli favorevole il movimento e al fine di garantirgli una maggiore autosufficienza.

Google+
© Riproduzione Riservata