• Google+
  • Commenta
23 febbraio 2012

L’università come dovere di interrogarsi sul futuro

 Pienone in Auditorium (con diretta streaming), oggi a Ca’ Foscari, per l’incontro con il giornalista e scrittore Piero Angela dal titolo “A cosa serve la politica?”. Angela, ospite dell’ateneo veneziano nel nuovo appuntamento del ciclo Conversazioni sul nostro futuro, ha chiacchierato sul tema insieme a Francesca Coin, Danilo Mainardi e Gabriele Zanetto e risposto alle domande del pubblico, circa 250 persone. Il rettore Carlo Carraro ha introdotto l’incontro.
Angela è stato accolto dal lungo applauso degli studenti: «Il vostro affetto mi fa piacere – ha detto lo scrittore – significa che mi seguite, che apprezzate e vi interessano i temi di cui da tanti anni mi occupo in televisione».
«Per anni in Italia lo Stato ha finanziato gli studenti affinché fossero i più bravi e poi però li ha lasciati andare – ha aggiunto  Angela – Ricerca, innovazione, sono questi i temi di cui si deve occupare la politica, ma servono dei politici capaci di decidere sul lungo termine. Non basta chiedersi come fare, occorre occuparsene. Le decisioni della politica si determinano però anche con il grado di conoscenza e consapevolezza dell’opinione pubblica. Occorre quindi parlarne se vogliamo avere un vantaggio capace di incidere su chi prende le decisioni».
Con queste parole Angela ha spiegato al pubblico dell’Auditorium la sua visione di crescita e il ruolo che dovrebbe avere la politica in tutto ciò.
L’incontro è stato introdotto dai saluti del Rettore di Ca’ Foscari Carlo Carraro: «Un euro investito nell’università e quindi nella ricerca vale più di un euro investito in titoli – ha detto Carraro – Dentro l’università c’è in nuce il seme del futuro». Carraro ha quindi espresso la sua soddisfazione per la partecipazione affollata all’incontro con Piero Angela: «Dopo il tema finanziario e quello ambientale oggi ci interroghiamo sul ruolo della politica – ha concluso – l’università non è soltanto accademia, ma ha il dovere di interrogarsi sul futuro».

Google+
© Riproduzione Riservata