• Google+
  • Commenta
23 febbraio 2012

Previsioni meteo grazie a RegCM4.1

 

Il CETEMPS (Centro di Eccellenza Tecniche di TElerilevamento e Modellistica Numerica per la Previsione di Eventi Meteo Severi) dell’Università degli Studi dell’Aquila, ha sviluppato un sistema di previsioni climatiche stagionali a scala regionale.

Le previsioni stagionali sono prodotte utilizzando il modello Climatico Regionale RegCM4.1 (operativo presso il CETEMPS), che permette di prevedere il comportamento medio dell’atmosfera a risoluzione spaziale fino a 20 km sull’area dell’Europa Mediterranea, basandosi sui dati globali forniti dal centro di ricerca statunitense IRI (International Research Institute for Climate and Society).

Responsabili dello sviluppo del sistema sono i ricercatori Barbara Grassi e Gianluca Redaelli, responsabili del settore di modellistica climatologica del CETEMPS.

A partire da questo mese, le previsioni sono disponibili al pubblico tramite il sito web del CETEMPS http://cetemps.aquila.infn.it.

Le mappe di previsione, centrate sulla penisola italiana ed aggiornate mensilmente, mostrano le tendenze medie bimestrali di temperatura e piovosità fino a 6 mesi, fornendo contemporaneamente indicazioni su quanto tali tendenze si discostano dal comportamento medio climatologico. Ciò permette di avere una informazione dettagliata, a livello regionale, su quanto le stagioni successive possano essere più o meno calde o piovose del normale.

Ci si aspetta che le previsioni stagionali possano risultare di particolar utilità nella programmazione di attività economiche/produttive, con una ricaduta in settori come quello agricolo.

 

 


Google+
© Riproduzione Riservata