• Google+
  • Commenta
29 febbraio 2012

“Sociologia filosofica del diritto” di Amedeo Giovanni Conte

La Residenza Golgi, complesso inaugurato nel 1977 come serie di minialloggi per studenti e dal 1981 denominata Residenza intitolata a Camillo Golgi è stata suddivisa in seguito in due residenze distinte Golgi 1 e Golgi 2, come alloggi misti e direzioni diversificate. Esso è un complesso adiacente al polo scientifico dell’Università di Pavia che, con il patrocinio della Facoltà e del Dipartimento di Giurisprudenza, ha organizzato per venerdì 2 marzo (dalle ore 10) una “Giornata di studi in occasione della pubblicazione del libro di Amedeo Giovanni Conte, Sociologia filosofica del diritto. Prefazione di Vincenzo Ferrari. Torino, Giappichelli, 2011”.

Il libro raccoglie alcune recenti e inedite ricerche realizzate dallo studioso di fama internazionale Amedeo GiovanniConte, Accademico dei Lincei e Professore emerito di Filosofia del diritto nell’Università di Pavia. In particolare, sono trattati, in una prospettiva del tutto nuova, temi quali il rapporto tra norma e azione (nel diritto, nella morale e nei giochi), la possibilità di conoscenza delle norme a partire dai fatti e la possibilità di conoscenza dei fatti a partire dalle norme, il concetto di regolarità, le norme non linguistiche.

Queste ricerche si inscrivono in quell’area della filosofia del diritto che Norberto Bobbio (in Teoria della norma giuridica, 1960) chiamava area fenomenologica e che egli differenziava dall’area ontologica (studi sulla validità) e dall’area deontologica (studi sulla giustizia).

A discutere delle recenti ricerche di Amedeo Giovanni Conte interverranno filosofi, sociologi e giuristi. Tra questi, i filosofi Silvana Borutti dell’Università di Pavia, Wojciech Żełaniec dell’Università di Danzica, Angiola Filipponio dell’Università di Bari, il sociologo Vincenzo Ferrari dell’Università di Milano, il giurista Luciano Musselli dell’Università di Pavia.

La Giornata di studi sarà inaugurata dai saluti del Preside della Facoltà di Giurisprudenza Prof. Ettore Dezza e del Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza Prof. Andrea Belvedere.

 

Google+
© Riproduzione Riservata