• Google+
  • Commenta
12 febbraio 2012

Vertenza precari “Magna Graecia”: L’università risponde ai sindacati

Negli ultimi mesi numerosi precari dell’Università “Magna Graecia”, avevano proclamato lo stato di agitazione. Al centro della protesta la richiesta di reintegro nei posti di lavoro e il rinnovo del contratto di collaborazione con l’ente universitario.

Sulla vicenda i sindacati hanno lamentato l’impossibilità di instaurare un dialogo costruttivo con i vertici dell’ateneo,e hanno accusato il rettore di sottrarsi al confronto.

Pronta la replica del rettorato, che tramite un comunicato diffuso dall’ufficio stampa, ha inteso far chiarezza sulla questione. Secondo quanto si può leggere nella nota, l’amministrazione dell’Università ha provveduto a regolarizzare la posizione di 45 dei 75 lavoratori interessati, provvedendo alla stipula di contratti a tempo determinato.

Non è stato possibile, sanare, continua la nota, la posizione di tutti ,a causa dei limiti imposti dalla normativa vigente, che prevedono una drastica riduzione delle assunzioni da parte degli atenei. Una problematica già affrontata nel corso di una serie di incontri avvenuti tra i rappresentanti delle sigle sindacali e il delegato del rettore per i rapporti con il sindacato, prof. Umberto Gargiullo.

Al fine di garantire  l’ottimale funzionamento dei servizi per risolvere la vertenza, l’università, fanno sapere i vertici dell’ateneo, provvederà all’ampliamento del personale di supporto all’attività didattica e di ricerca,  conferendo incarichi di collaborazione (Co.Co.Co), che  tuttavia dovranno ottenere l’approvazione della Corte dei Conti.

Una soluzione su cui si è registrata la convergenza dell’Amministrazione Centrale universitaria  e delle componenti del mondo sindacale. Inoltre, per consentire di venire incontro a specifiche esigenze esplicitate  da alcuni uffici amministrativi, si provvederà al reclutamento di 70 unità di personale, ricorrendo alla modalità di lavoro  somministrato in quanto, non è possibile lo scorrimento delle graduatorie attualmente già stilate.

Google+
© Riproduzione Riservata