• Google+
  • Commenta
8 marzo 2012

Addio agli incubi grazie alla prazosina

Incubi notturni e sonni agitati capitano a tutti noi, ma quando questi sono causati da problemi psicologici ben più gravi, il disturbo diventa immediatamente molto più serio.

Situazioni estremamente traumatiche provocano in alcuni individui la cosiddetta sindrome post traumatica da stress, un disturbo psicologico che comporta stati d’ansia acuti, causa principale di incubi notturni in cui si rivivono avvenimenti legati, appunto, al trauma subito.

La presenza di incubi nelle notti dei soggetti affetti da questa sindrome può essere davvero destabilizzante: talvolta rivivere continuamente un’esperienza così sconvolgente può indurre all’abuso di alcol e droghe e persino al suicidio.

Per porre fine a questi sonni agitati, i ricercatori statunitensi della Mayo Clinic, in collaborazione con gli scienziati dell’Universidad El Bosque di Bogotà,  hanno rispolverato 12 precedenti ricerche basate sullo studio di una sostanza farmacologica, la prazosina, ottenendo ottimi risultati.

La prazosina, utilizzata come anti-ipertensivo, sembra infatti in grado di controllare gli stati d’ansia e, di conseguenza, gli incubi notturni di cui soffrono questi individui.

Il nuovo farmaco, già testato sull’uomo con risultati soddisfacenti, ha un effetto benefico sul sistema nervoso centrale, in quanto è in grado di bloccare i recettori della norepinefrina. Secondo i ricercatori, bloccare questi recettori è il metodo più efficace per ridurre gli incubi e gli stati d’ansia.

I medicinali per questo tipo di trattamento” sostiene il dott. Simon Kung, coordinatore della ricerca “sono davvero poco diffusi, per questo motivo siamo lieti di affermare che il nostro farmaco è stato ben tollerato dai pazienti, e presto sarà in commercioDai nostri studi si evince inoltre che la prazosina non provoca effetti collaterali gravi, pertanto potrà essere utilizzata anche in caso di disturbi post traumatici non legati agli incubi“.

Google+
© Riproduzione Riservata