• Google+
  • Commenta
3 marzo 2012

Dipartimento di Economia di Lecce, eletto il nuovo preside

Vincoli di bilancio, parabole, domanda, offerta, occupazione, disoccupazione, precarizzazione, esternalità:  le parole chiave da adottare nel poco fantasioso mondo dell’economia.

In un’Italia sull’orlo del baratro con un debito al 120% e una pressione fiscale del 42%, la mente degli economisti si proietta (e spera) in un trend di crescita miracoloso, trend di crescita che si materializza solo nella negatività di una disoccupazione cresciuta al 9,2% rispetto al 2010 ( 31,1 % per i giovani tra i 15 e i 24 anni).

Per fortuna c’è ancora chi riesce ad essere assunto nelle università.

La professoressa Alessandra Chirco, laureata in Scienze politiche, Master of Science in Economics, ricercatore, direttore del Dipartimento di Scienze Economiche e Matematico-Statistiche dell’Università del Salento e coordinatore scientifico del Dottorato di Ricerca in Metodi Economici e Quantitativi per l’Analisi dei Mercati, è stata eletta direttore di Dipartimento per il settore di Economia dell’Università degli Studi di Lecce per il quadriennio 2012-2016.

Già avanzata nelle teorie di micro e macro economia, la Chirco si è interessata soprattutto della nuova macroeconomia keynesiana (ripresa dell’economia keynesiana del post Big Crash – 1929, con l’aggiunta dell’argomentazione su salari e prezzi vischiosi), gli effetti macroeconomici della concorrenza imperfetta (in realtà la concorrenza perfetta esiste solo in teoria) la distribuzione del reddito ( in Italia 3 milioni di persone hanno doppio lavoro per arrotondare un reddito sempre meno esaustivo alle esigenze personali) e la teoria dell’organizzazione industriale.

Google+
© Riproduzione Riservata