• Google+
  • Commenta
30 marzo 2012

Employability 2.0: un’iniziativa per promuovere l’occupazione giovanile

Nell’ambito delle iniziative promosse dal Consorzio Elis, e in occasione dell’inizio del semestre di presidenza affidato a Sky Italia, nasce il progetto “Employability 2.0”, un’iniziativa che intende creare percorsi formativi e occupazionali per 100 giovani neolaureati in una logica innovativa di company rotation.

Sky e Elis hanno sviluppato la proposta “Employability 2.0” introducendo l’elemento innovativo della job rotation interaziendale nella fase di formazione e di inserimento nel mondo del lavoro dei neolaureati con il coinvolgimento di 3 aziende appartenenti al consorzio nelle quali i giovani saranno inseriti per un periodo che varia da 18 a 24 mesi.

L’iniziativa ha l’obiettivo di offrire risposte concrete ai neolaureati, che avranno così la possibilità di crearsi una professionalità spendibile nel mondo del lavoro. Lo scopo è infatti quello di creare un punto d’incontro tra aziende e giovani in cerca di prima occupazione, che permetta alle prime di creare sviluppo e valore in termini di risorse umane e ai neolaureati l’opportunita’ di crearsi una professionalità con una “multi-esperienza” d’impiego in alcune delle piu’ importanti aziende italiane.

Al progetto hanno già aderito molte imprese appartenenti al Consorzio Elis fra cui Birra Peroni, Enel, Ericsson, Fastweb, Ferrovie dello Stato, Finmeccanica, Lottomatica, Rai, Snam Rete Gas, Vodafone e Wind.

Il programma, dopo una fase di selezione curata dalle aziende, prevede un periodo di formazione pre-inserimento in ELIS della durata di 3 settimane che, una volta terminato, dà il via all’esperienza di training on the job nelle aziende. In questa fase è prevista una job rotation aziendale, percorsi di insegnamento e affiancamento con i manager e un impegno da parte dei partecipanti a conseguire alcune certificazioni – come ad esempio Toefl e Capm – per favorire la propria crescita professionale.

Al termine del ciclo lavorativo, che avrà una durata che varia da 18 a 24 mesi, il giovane neolaureato potrà’ essere inserito in maniera stabile in una delle tre differenti imprese in cui ha prestato la propria attività.

 

Google+
© Riproduzione Riservata