• Google+
  • Commenta
1 marzo 2012

I nuovi corsi e test in inglese tutti italiani

E’ stato firmato un accordo tra il Ministero della Pubblica Istruzione e l’Università di Cambridge per la preparazione dei test d’ingresso per i corsi in lingua inglese nelle università italiane.

Sarà dunque la University of Cambridge ESOL Examinations (Cambridge ESOL) a strutturare le prove in lingua per i candidati italiani e quelli stranieri.

Alcune di queste prove, divise per settori, saranno tra i test d’ingresso già da Settembre 2012.

Un’offerta formativa per la lingua straniera già presente in oltre 100 atenei italiani, che sarà potenziata da quest’accordo in base al quale saranno introdotte diverse sessioni di esame durante l’anno accademico.

Un progetto come questo – si legge in una nota del Miur di Francesco Profumoè un vantaggio per tutti. L’apertura delle università italiane agli studenti stranieri è infatti una priorità fondamentale e l’iniziativa aiuterà i laureati stranieri a familiarizzare con la cultura italiana, abituando al contempo gli studenti italiani ad un ambiente più internazionale.

Anche questa iniziativa può essere dunque un volano per la nostra economia”.

L’intesa tra Cambridge e l’Italia ha come oggetto l’internazionalizzazione degli studenti italiani ed un’offerta per gli stranieri che scelgono di studiare nel nostro paese.

Come saranno i test? Nick Beer, il direttore della Esol in Italia, ha spiegato che “valuteranno la conoscenza dello studente nell’argomento prescelto, oltre a quella generale necessaria per l’ammissione agli studi universitari.

Quest’accordo permette lo sviluppo di un’offerta molto importante per quegli studenti stranieri che desiderano un percorso affidabile ed internazionale per studiare in Italia”.

Quale altra possibilità si avrà da questa intesa? Il programma di valutazione in lingua inglese include dei certificati riconosciuti anche all’estero tra cui il PET, il First Certificate (FCE), il CAE e il Proficiency (CPE).

Google+
© Riproduzione Riservata