• Google+
  • Commenta
29 marzo 2012

Ingegneri in “volo”

Trento, 29 marzo 2012 – (a.s.) Una grande passione per il volo: è questo ciò che accomuna i giovani ingegneri dell’Akaflieg München, il gruppo universitario di volo collegato alla Technische Universität di Monaco di Baviera con i colleghi dell’Università di Trento. Una ventina tra giovani aspiranti piloti ed ex studenti della Facoltà di Ingegneria dell’ateneo bavarese sono in questi giorni a Trento accompagnati dalle loro famiglie, ospiti del Centro di volo a Vela, attivato dal CUS Trento in stretta collaborazione con l’Università di Trento presso l’Aeroporto Caproni
di Mattarello.

Una collaborazione che dura ormai da circa vent’anni, quella con il gruppo dell’Università di Monaco, che nel tempo ha fatto nascere anche profondi legami di amicizia. Alla base, l’interesse per le applicazioni nel campo della ricerca e della
formazione che si possono sviluppare, soprattutto nel campo dell’ingegneria meccanica e dei materiali, avendo a disposizione un centro di volo dedicato in cui fare prove.
Un modello didattico e di ricerca che alla Technische Universität di Monaco conoscono bene, dato che ormai da vent’anni l’ateneo ha attivato un laboratorio di ricerca aeronautico collegato alla Facoltà di Ingegneria, in cui studenti e dottorandi possono progettare, costruire e certificare velivoli a motore e alianti.

La possibilità di sperimentare sul campo ciò che viene imparato a lezione e teorizzato nelle attività di ricerca contribuisce ad arricchire le competenze e la professionalità dei giovani ingegneri, preparandoli anche a interessanti sbocchi nel mercato del lavoro. Con il tempo, infatti, generazioni di studenti dell’Akaflieg Monaco si sono formati, diventando dei veri e propri specialisti di aeromobili. Lavorare alla costruzione di alianti e altri aeromobili significa fare esperienza su uno dei settori dell’aeronautica più difficile e all’avanguardia dal punto di vista tecnico.

Google+
© Riproduzione Riservata