• Google+
  • Commenta
3 marzo 2012

Letture di Lacos ed Eluard al Centro Studi Italo-Francese di Roma Tre

Torneo di burraco a Roma Tre
Torneo di Letture di Lacos a Roma Tre

Letture di Lacos a Roma Tre

Letture di Lacos ed Eluard: e cosi continuano anche per il mese di marzo gli incontri in programma presso la biblioteca Guillaume Apollinaire del Centro Studi italo-francese dell’Università degli studi Roma Tre.

Al Centro Studi Italo-Francese di Roma Tre incentrati sulla lettura e la promozione delle più belle pagine di poesia d’amore prodotte dalla letteratura transalpina dal XVI al XX secolo.

Per il mese in questione sarà proposta la recitazione di due autori francesi che definire pilastri della letteratura d’oltralpe, ma non solo, è poco: il 6 marzo risuoneranno nella Sala Capizucchi le parole intense di accuse morali e spunti di riflessione prese da Les Liasions Dangereux (1782) di Choderlos de Laclos, mentre il 20 marzo l’attenzione si sposterà sull’opera che racchiude i sentimenti del multiforme poeta francese Paul Eluard, nei confronti della prima moglie, Lettres a Gala (1984).

Ci sarà data quindi l’occasione di seguire le avventure disinvolte della Marchesa di Merteuil, del Visconte di Valmont e della giovane e vulnerabile Cécile nella Francia del XVII, ritrovando nei loro comportamenti libertini tutta la superficialità, l’ipocrisia e la bassezza morale della società aristocratica francese, vista come inesorabilmente decadente. Contro la nobiltà transalpina settecentesca Laclos costruisce un’accusa dura e decisa, trasformando però la narrazione, come solo i grandi autori sanno fare, in una riflessione che dal particolare tende all’universale, riflettendo sui temi della seduzione, della malizia e della vendetta nei comportamenti umani.

Scopriremo poi, nell’incontro con seguente, la corrispondenza amorosa di Paul Eluard, uno dei più poliedrici poeti francesi del novecento, con la sua prima moglie, Gala, futura compagna di Salvador Dalì. Noto a tutti per i suoi legami con le avanguardie storiche, fu instancabile animatore, insieme a Brèton, del gruppo surrealista francese in particolar modo negli anni tra il 1923 e lo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, proponendo e partecipando in prima persona a incontri, mostre, dibattiti, riviste e riunioni.

Tuttavia quelle proposte dal Centro Studi italo-francese non sono le poesie surrealiste di Eluard, bensì, come detto in precedenza, verranno letti alcuni brani estratti dalla corrispondenza con la prima moglie Gala presi da una raccolta epistolare che copre tutto l’arco intellettuale più effervescente del poeta francese che va dal 1924 al 1948, mostrando al pubblico un’altra faccia del poeta francese.

Molto interessante la formula con la quale questi momenti poetici vengono proposti al pubblico. I brani saranno infatti recitati dagli attori della compagnia teatrale francese Les Vitriers Lunatique di Lione, i quali propongono una forma teatrale essenziale, nuda, che si pone come fine ultimo quello di proporre una rappresentazione esile ed agile che favorisca la fruizione e l’attenzione del pubblico al solo messaggio poetico.

Oltre alle Letture di Lacos da non sottovalutare, infine, l’aperitivo: momento conviviale conclusivo con il quale si celebrerà l’esperienza estetica sull’amore, la lingua e le lettere appena gustata.

Google+
© Riproduzione Riservata