• Google+
  • Commenta
27 marzo 2012

L’importanza dello psicodramma

E’ stata organizzata presso l’Aula Magna della Facoltà di Lettere nel Campus di Chieti una giornata di studio interattiva promossa dall’Associazione studentesca universitaria “360 Gradi”, in collaborazione con la Facoltà di Psicologia ed in particolare con la Cattedra di Psichiatria, di cui è titolare il prof. Massimo di Giannantonio, che vuole porre l’attenzione – affermano i promotori – “sull’importanza dello psicodramma, metodo d’approccio psicologico che consente al soggetto di “mettere in scena” le diverse dimensioni e le persone della sua vita.

Esso facilita l’intreccio tra esigenze intrapsichiche ed esigenze della realtà, porta alla riscoperta di spontaneità e creatività, permette di risperimentare situazioni vissute e di “parlare” con le diverse parti di sé o con persone significative della propria esistenza”.

I lavori sono iniziati alle ore 9.30 e dopo gli interventi di numerosi studiosi sono seguiti esempi concreti di psicodramma condotte dagli stessi esperti psicodrammisti con il coinvolgimento del pubblico presente.

Come relatori hanno partecipato, oltre al prof. Massimo di Giannantonio, il prof. Filippo Maria Ferro, ordinario della cattedra di Psichiatria della Facoltà di Medicina e Chirurgia, il prof. Ottavio Rosati, Direttore dell’Istituto per lo psicodramma a orientamento dinamico –IPOD- di Roma, il prof. Alfredo Rapaggi Direttore dell’Istituto “Mosaico Psicologie” di Bologna, la dott.ssa Veronica Borgonovi, psicologa e psicoterapeuta ad orientamento psicoanalitico, il prof. Marco Alessandrini: psichiatra CSM a Chieti e il dott. Giuseppe Di Iorio, psichiatra.

 

Google+
© Riproduzione Riservata