• Google+
  • Commenta
28 marzo 2012

Milano-Bicocca: Città Italiane in cerca di qualità. Dove e perché si vive meglio

La qualità della vita nelle città italiane resta oggi uno dei temi più discussi nel sociale.

Basta pensare che, solo tra il 1990 e il 2005, sono emigrati dal Mezzogiorno in città del Centro-Nord quasi due milioni di persone con l’intento di assicurarsi migliori opportunità professionali e una più elevata qualità della vita.

Strano a dirsi ma oltre alle opportunità di lavoro, l’opinione pubblica manifesta una crescente attenzione verso le questioni ambientali. Oggi, da un approccio unidimensionale, secondo cui il benessere di un individuo, di una città o di un paese viene valutato in base a un indicatore monetario (tradizionalmente una misura di reddito) si è passati a un approccio multidimensionale, secondo cui viene analizzata una molteplicità fattori.

Il libro Città Italiane in cerca di qualità. Dove e perché si vive meglio si incarica di fare proprio questo: affrontare il tema della qualità della vita utilizzando una serie di indicatori e una nuova prospettiva, ed ottenendo così risultati in parte diversi.

L’Università degli Studi di Milano-Bicocca ospita, mercoledì 28 marzo, Emilio Colombo, Alessandra Michelangeli, e Luca Stanca, autori del libro, per discutere con questi intorno alla questione.

L’appuntamento è fissato per le ore 14.30 presso l’Edificio U7, Aula Pagani (3° piano) – Via Bicocca degli Arcimboldi 8, Milano.

Ad intervenire Giampaolo Nuvolati, Dipartimento di Sociologia dell’Università Bicocca, e Rossella Cadeo de Il Sole 24 Ore.

 

Google+
© Riproduzione Riservata