• Google+
  • Commenta
1 marzo 2012

Milano-Bicocca fa il BIS: in Italia e all’estero

 

L’Università Bicocca di Milano, dal 1 marzo attiverà un nuovo programma il “Progetto BIS per il doppio titolo e la formazione di eccellenza” riguardante una doppia laurea destinato sia a studenti delle lauree magistrali sia a dottorandi. Il progetto mette a disposizione 70 posti in tre anni in mobilità internazionale, tutti coperti dalle borse di studio. Il “BIS” è realizzato dall’università con il contributo della Fondazione Cariplo, la quale co-finanzierà le borse di studio di ben 240 mila euro.

L’obiettivo di questa realizzazione è incrementare la mobilità degli studenti universitari italiani verso altri Atenei stranieri e, allo stesso momento, aumentare il numero di studenti stranieri in formazione presso l’Ateneo milanese.

“BIS” intensifica il programma Doppia Laurea, in vigore dal 2004, che ha permesso di offrire a studenti e dottorandi l’opportunità di seguire un corso universitario internazionale. In questo modo vengono conseguiti due titoli contemporaneamente: la laurea magistrale o un diploma di dottorato in Italia e il corrispondente titolo straniero. Aderendo all’iniziativa lo studente entra in un contesto internazionale ed eventualmente anche nel mondo lavorativo straniero.

Il Progetto BIS si basa su accordi stipulati con l’Universidad de Belgrano in Argentina e la Russian International Academy for Tourism per gli studenti di Economia. In USA presso la Michigan Technological University e la University of Buffalo per gli studenti di Scienze e Tecnologie Geologiche. Presso le Università francesi Descartes-Paris 5 oppure Diderot-Paris 7 Per gli studenti di Biologia e Biotecnologie Industriali, presso l’Universidad de Sancti Spiritus di Cuba per gli studenti di Sociologia e presso la tedesca University of Aalen per gli studenti di Scienze.

In via di definizione numerose altre partnership.

Il progetto sarà attivo nei tre anni accademici e gli studenti potranno partire da luglio 2012 in avanti per una durata di 6 o 12 mesi nel paese di destinazione.

La selezione è basata sui criteri di merito. Vengono pubblicati bandi annuali di doppio titolo sul sito di Ateneo, Area Mobilità Internazionale, che specificano i requisiti minimi e i criteri di valutazione nell’attribuzione dei premi di studio. Lo stesso iter viene seguito da studenti e dottorandi provenienti dalle università estere, che si candidano a ricevere il premio di studio.

Oltre all’iniziativa della Doppia Laurea, il progetto ha ben altri due obiettivi: incrementare il numero di partnership con altre Università estere e creare reti internazionali per l’attivazione di vere e proprie iniziative di collaborazione accademica.

 

Google+
© Riproduzione Riservata