• Google+
  • Commenta
19 marzo 2012

Napolitano premia l’Università di Cagliari per la miglior celebrazione dei 150 anni dell’Unità

Si è concluso ieri 17 Marzo, con un incontro nel Salone dei Corazzieri al Palazzo del Quirinale, l’anno dedicato alle attività per la celebrazione del 150mo anniversario dell’Unità d’Italia, durante il quale  il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha consegnato il premio, che riconosce il miglior contributo organizzativo e culturale per l’organizzazione di eventi e manifestazioni legate all’anniversario nazionale, al Rettore dell’Ateneo di Cagliari Giovanni Melis.

La medaglia è stata riconosciuta unicamente all’Università sarda tra tutte quelle che hanno partecipato al progetto, e anche il Crui (Conferenza dei Rettori delle Università) ne aveva segnalato il merito. Si tratta di un prestigioso premio che, si legge sul sito del Quirinale, sarebbe stato consegnato “alle scuole, agli istituti scolastici e di ricerca e alle Università che si sono distinte per i loro progetti didattici, quale riconoscimento al contributo del sistema dell’educazione italiano alle celebrazioni del 150esimo”.

Alla cerimonia intitolata “Bilancio e significato delle celebrazioni per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia” hanno partecipato molte personalità politiche legate all’istruzione e non come il Ministro dell’Università Francesco Profumo, il presidente dell’Anci, Delrio,  il presidente del Senato della Repubblica, Renato Schifani, il presidente della Camera dei deputati, Gianfranco Fini, il presidente della Corte Costituzionale, Alfonso Quaranta, e tanti altri.

Il Presidente Napolitano è intervenuto con un discorso dedito a spiegare la funzione del progetto, quella di tracciare un filo che collegasse il passato storico, ricco di insegnamenti, il difficile presente e il possibile futuro della Nazione, attraverso le iniziative sviluppatesi nelle scuole, nelle associazioni e nelle comunità locali e ringraziando tutti i partecipanti per l’impegno.

Il Rettore Melis ha commentato così “E’ il riconoscimento all’apporto scientifico e organizzativo dato dal nostro Ateneo alla ricostruzione di un momento essenziale della nostra vita democratica”, “Un premio che conferma il ruolo svolto dall’Universita’ di Cagliari anche a livello nazionale  nell’ambito delle attività della Crui”.

Altre scuole hanno ricevuto un riconoscimento per il lavoro svolto e sono : l’Istituto statale di istruzione specializzata per sordi “A. Magarotto” di Roma, il 181° Circolo didattico “Pablo Picasso” di Roma, l’Istituto comprensivo di Faedis (Udine), la Scuola media statale “Mario Borsa” di Somaglia (Lodi), l’Istituto tecnico per geometri “B. Tallini” e l’Istituto comprensivo “D. Alighieri” (Formia), l’Istituto comprensivo “Giovanni Falcone” (Palermo), l’Istituto di Studi giuridici internazionali (Roma), l’Istituto nazionale di ricerca metrologica (Torino). Altre medaglie, simbolicamente rivolte a tutte le realtà italiane, sono stati consegnati ai Comuni di Reggio Emilia, Torino, Firenze, Roma, Genova, Marsala, Forlì, Bergamo, Rionero in Vulture e Pontelandolfo.

Google+
© Riproduzione Riservata