• Google+
  • Commenta
20 aprile 2012

Toscana: Regione, le Università e Nuovo Pignone unite per la tecnologia

Inizio di settimana importante per la ricerca toscana: il meeting tra il presidente della Regione Enrico Rossi e Massimo Messeri, presidente della Nuovo Pignone spa, alla presenza del rettore dell’Università di Firenze Alberto Tesi e del rettore pisano Massimo Mario Augello, ha sancito l’accordo definitivo d’intesa volto allo sviluppo coeso della ricerca industriale e sperimentale.

Al centro, come forza trainante, si pone la Nuovo Pignone, che coinvolgerà le piccole e medie imprese toscane del settore tecnologico-ingegneristico, ma il passo più importante lo sta compiendo la Regione, con un maxi finanziamento da 2 milioni e 200mila euro, che verrà investito nella realizzazione di tre laboratori, in cui ai ricercatori universitari si affiancheranno i professionisti delle imprese coinvolte, e nel potenziamento del pisano PontLab srl, una società a capitale misto pubblico/privato che comprende un importante laboratorio che si occupa di analisi, prove e misure sui più vari materiali, i prodotti finiti e le loro componenti.

Questo investimento si trova inserito nel tentativo più ampio che sta compiendo la Toscana per avvicinare il mondo post-universitario a quello lavorativo, nell’ottica di un progresso tecnico e del benessere a livello regionale, ovvero: il progetto Atene! (acronimo di “Advanced Technologies for ENergy Efficiency”). Ne è  capofila  proprio la Nuovo Pignone, a cui si affiancano, sotto la supervisione scientifica del professor Bruno Facchni, i Dipartimenti dell’Università degli Studi di Firenze di: Energetica “Sergio Stecco”, Elettronica e Comunicazioni, Meccanica e Tecnologie Industriali, MICC, Chimica “Ugo Schiff”, coordinati dal Centro Ricerca Turbomacchine e Sistemi Energetici (CERTus), il Dipartimento di Ingegneria Meccanica Nucleare e della Produzione dell’Università degli Studi di Pisa, il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università degli Studi di Siena. È confermata anche la collaborazione di PontLab, Ergon Research, ILT Tecnologie, Engin Soft, Letomec, Stav, Alta Industries, Opus Automazione, AM Testing, Tecma.

Il Presidente Rossi appare molto soddisfatto della partecipazione al progetto di un partner internazionale del caibro della Nuovo Pignone, che  oltre, a proporsi come polo di forza industriale e tecnologico, garantirà allo stesso tempo «un’opportunità importante per costruire forme di collaborazione fra pubblico e privato».

Google+
© Riproduzione Riservata