• Google+
  • Commenta
23 Maggio 2012

La storia della medicina greca in mostra a Pavia

 Giovedì 31 maggio sarà l’ultima occasione per presenziare alla  mostra didattica “Asclepio sul Ticino. Un percorso per immagini nella storia della medicina greca”, presso la Residenza Universitaria Biomedica (Via L.Giulotto n. 12, Pavia). L’esposizione, inaugurata lo scorso 3 maggio sotto il patrocinio dell’ateneo, del Comune, del Sistema Museale d’Ateneo e dell’IRCCS Fondazione “C. Mondino”, aprirà ai curiosi dalle 16:00 alle 19.00. In contemporanea, è stata organizzata la conferenza sulla “Diagnostica dei fluidi e uso dei sensi nella medicina antica”  con relatrice Berenice Cavarra del Dipartimento di Educazione e Scienze Umane dell’Università di Reggio Emilia, alle 18:00 presso l’Aula Magna “Maria Antonietta Sairani”.

Obiettivo della mostra è quello di creare un connubio tra un passato mai “superato” e un presente che spesso dimentica l’eredità dell’ “antico”. Basti pensare che la Grecia antica, culla della civiltà e delle arti d’Occidente, è d’altronde la madre della medicina empirica (si ricordi in particolar modo Ippocrate e il suo noto giuramento). Lo scibile greco è stato ripreso in tutti i campi scientifici: lo testimoniano i testi, i primi strumenti chirurgici e la stessa lingua medica, che tutt’ora attinge la sua etimologia dai termini greci. Durante il Medioevo sono gli Arabi che recuperano l’ingente patrimonio filosofico e scientifico ereditato dall’antichità, il mondo occidentale se ne preoccupò soltanto a partire dall’Umanesimo e, successivamente, con il Rinascimento.

Il progetto è teso a preservare quell’eredità storica che deve essere coltivata e accessibile ai più, se si desidera la sopravvivenza. L’ approccio archeologico in questo ambito è l’ideale per un confronto tra la medicina greca e le innovazioni che altre culture, con il passare del tempo, hanno portato ad essa. Sotto la coordinazione del medico Maria Elena Gorrini, sono state presentate, attraverso le immagini, le pratiche e gli strumenti propri della medicina greca antica. La visione è destinata ad un pubblico di studenti e esperti della medicina moderna, ma, ancor più in generale, a coloro che per pura curiosità intellettuale vogliano accrescere la propria dimensione del sapere.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata