• Google+
  • Commenta
24 Maggio 2012

L’Alma Mater Studiorum in mostra a Shanghai

L’Università di Bologna e l’ateneo cinese di Tongji stipularono nel Novembre dello scorso anno un accordo interfacoltà, che prevedeva un doppio titolo di laurea a cui possono partecipare, e già partecipano, studenti italiani e studenti cinesi. Il titolo di laurea in questione è in Automation Engineering (per coloro che non masticano l’inglese ”Ingegneria dell’automatizzazione”). La collaborazione tra la facoltà emiliana e quella cinese non si ferma alla creazione della doppia laurea, infatti, oggi, 24 Maggio, la Tongji University di Shanghai ha aperto una mostra dedicata all’Università di Bologna che ha come titolo ”Bologna, Millennuim City and the University”.

 

L’Unibo ha, inoltre, realizzato un tributo ai 105 anni dell’Università cinese e ai 100 anni degli studi ingegneristici all’interno di questa facoltà.

L’Università di Shanghai onorerà l’Alma Mater Studiorum con una mostra, che rimarrà esposta fino al 23 giugno, che mostra le immagini sia della città di Bologna sia le immagini della sua storica Università. Tre sono le parole chiave intorno alle quali è incentrata l’esposizione cinese: tradizione, cultura e innovazione.

All’interno dell’esposizione si farà riferimento alle origini storiche dell’Alma Mater con i suoi studi legali attraverso il video Bononia Iuris (già presentato all’Expo di Shanghai), all’Archivio filmico della Cineteca, alle produzioni di Genus Bononie e alle foto di Senza Posa. Inoltre, sarà data visibilità al video IKEA ReeDo Story, che ha visto la luce grazie al lavoro degli studenti del polo di Rimini di ZoneModa. Il video è stato realizzato con materiali di recupero recuperati dagli studenti stessi.

Ecco il video:


Il Rettore Dionigi, non potendo essere presente fisicamente a Shanghai per l’inaugurazione della mostra, ha realizzato un video saluto per l’esposizione cinese.

Ecco il video:

Google+
© Riproduzione Riservata