• Google+
  • Commenta
31 maggio 2012

OCCUPY LA SAPIENZA: la notte bianca del “Global change”

Al via la quinta edizione della Notte Bianca all’uni La Sapienza: gli studenti hanno optato per una manifestazione culturale dedicata ai movimenti spontanei che hanno coinvolto le più importanti piazze del mondo.

Nonostante ottantanove studenti della Sapienza siano tutt’ora coinvolti in ben sedici procedimenti giudiziari, “Global change”, l’appuntamento atteso per questo pomeriggio Giovedì 31 maggio, dalle 17:00 in poi si farà.

Il Contest  (cultura, sport, teatro, musica e politica) “invaderà” le quattro piazze principale dell’ateneo romano , rinominandole in base ai movimenti “Occupy” più celebri. Le piazze tematiche faranno da sfondo alla manifestazione.

La “cittadella Sapienza”è “Occupy Chile”.Si parte, come in ognuna delle piazze ribattezzate alle ore 17:00 con aperitivo, Jam session ed esibizioni in pieno stile street art: seguiranno, reading letterario sul tema della ribellione, mostra fotografica sui movimenti sociali che popolano sempre più le strade, concerto de “Lo stato sociale” alle 22.30.

Il piazzale di Chimica diventa “Occupy Oakland”. Dalle 19 alle 22 iniziative legate allo sport, con lezioni aperte a tutti quanti indossino una tuta. Le attività saranno boxe, kickboxing, capoeira , difesa personale. L’iniziativa parte dalla palestra popolare di SCUP, neonata occupazione di via Nola, a San Giovanni. A seguire musica DJ Set techno.

Per la facoltà di Fisica gli organizzatori della notte bianca la sapienza hanno pensato a piazza “Occupy Wall Street”. Una dancehall reggae allestita fino a tarda notte.

“Piazza Syntagma” ore 17:00: dibattiti sull’arte contemporanea con la partecipazione di docenti universitari, critici d’arte e studiosi. La serata continuerà con musica punk, garage, surf e trash.

 

 

 

 

 

OCCUPY LA SAPIENZA: la notte bianca del “Global change”

Google+
© Riproduzione Riservata