• Google+
  • Commenta
6 Maggio 2012

PoliBa, nuove tasse a misura di crisi

Approvate ieri le modifiche al Regolamento tasse del Politecnico di Bari: più esoneri per gli studenti disagiati, importi inferiori per i meritevoli e riduzione delle maggiorazioni per i fuori corso, queste le principali novità.

Modifiche importanti, dunque, che entreranno in vigore dal prossimo anno accademico: PoliBa, a sorpresa, si schiera dalla parte degli studenti – che da anni reclamavano le variazioni apportate solo ieri – e dei loro disagi economici.

Per i nuovi immatricolati, triennali e magistrali la parola d’ordine è “merito”: riduzioni tasse pari al 50% per i diplomati con più di 100 centesimi. Votazioni inferiori, esoneri minori. Stesso discorso per le matricole dei corsi di laurea magistrali: chi consegue la laurea con un bel 110, ottiene l’esonero del 70 % sull’importo totale ( il vecchio regolamento fermava la riduzione al 50 % ) e così via per le votazioni inferiori. Sconti per tutti gli studenti meritevoli, dunque, chi più, chi meno.

Novità rilevanti anche per i giovani studenti con parenti stretti affetti da disabilità: per loro, è prevista una riduzione tasse del 10 %.

Sconti, tra il 5 e il 10 per cento, riservati anche agli studenti con fratelli iscritti in altre università, ai non comunitari e agli studenti lavoratori. Esonero totale, poi, per i giovani orfani di genitore e per gli studenti residenti in Abruzzo, presso le zone colpite dal devastante sisma del 2009.

Non è tutto: benefici in arrivo anche per i fuori corso, che dal prossimo anno, non dovranno più sostenere una maggiorazione tasse pari al 50 %, bensì una “sovratassa” calcolata sulla base degli effettivi anni fuori corso. Anche in questo caso, dunque, parola al merito.

Infine, introdotta la tanto richiesta “divisione della seconda rata”: da due, infatti, le rate passeranno a tre, consentendo una maggiore rateizzazione al fine di alleggerire il carico che ogni anno, puntuale, pende sulle spalle dei giovani studenti, e delle loro famiglie.

Tagli, inflazione, Imu: bastano loro a spolpare le tasche degli italiani. A far respirare il portafogli degli studenti, per fortuna, ci ha pensato Poliba.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata