• Google+
  • Commenta
26 Maggio 2012

Seminario sul presente e sul futuro del volontariato all’Università di Pisa

L’università si evolve, proprio come la società che studia e che rispecchia. Difatti a Pisa il dipartimento di Scienze Politiche e sociali ha creato nel dicembre 2011 il Centro Studi e Ricerche sul Volontariato, che è sia un punto di incontro per studenti e docenti, sia un referente istituzionale per il mondo del volontariato. 

Il volontariato, come si apprende da Wikipedia, è un’attività libera e gratuita svolta per ragioni private e personali, che possono essere di solidarietà, di assistenza sociale e sanitaria, di giustizia sociale, di altruismo o di qualsiasi altra natura . Negli ultimi anni i modelli organizzativi delle associazioni hanno subito molti cambiamenti, come la forte frammentazione, la nascita di figure professionali e la burocratizzazione, che hanno addirittura messo in discussione le finalità delle attività.

Il Centro nasce proprio per supportare l’idea di volontariato come espressione di una società che fonda il suo operato sulla giustizia sociale e sulla coesione. Il tutto in perfetta linea con le scelte operate dall’Università di Pisa, che anche nella proposta degli insegnamenti ha sempre avuto un occhio di riguardo per il volontariato e il suo peso sociale (“Sociologia del terzo settore” tenuto dal Porfessore Andrea Salvini è incentrato proprio sullo studio del fenomeno).

Il primo evento organizzato dal Centro è un seminario dal nome “Quale volontariato?”, che si terrà luned 28 maggio alle 15:00. Scopo dell’incontro è rilanciare un’idea di volontariato che acquista valore proprio nella pluralità delle associazioni che se ne occupano e sottolineare l’importanza della condivisione delle risorse, nella prospettiva di una maggiore solidarietà sociale.

L’accoglienza sarà fatta dal preside di Scienze politiche, Claudio Palazzolo, e dell’editor della casa editrice Franco Angeli, Claudia Camerini, che sarà lì per la presentazione del numero monografico della rivista “Sociologia e ricerca sociale”, edita da Franco Angeli, dedicato a “Forme e dinamiche del volontariato in Italia”.

Interverrà subito dopo Francesco Dal Canto, prorettore per gli affari giuridici, per dare il benvenuto nell’Ateneo e per spiegare le riforme che potranno toccare la legge 266/1991,che regola i rapporti fra il volontariato e le istituzioni.

Ci saranno anche gli interventi di Andrea Volterrani, Università Tor Vergata, Massimo Pendenza, Università di Salerno, Matteo Villa, Università di Pisa, Emma Cavallaro, Presidente Convol, Stefano Tabò, Presidente CsvNet, Fausto Casini, Coord. Consulta Nazionale del Volontariato, e Patrizio Petrucci, Presidente Cesvot. Il moderatore sarà il Professore Andrea Salvini.

 

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata