• Google+
  • Commenta
13 giugno 2012

“Accademia della fertilità”: come educare alla salute riproduttiva

 

In Italia l’ infertilità colpisce circa il 15% delle coppie che cercano di avere un figlio. Sono inoltre in progressivo aumento le affezioni acute e croniche della sfera riproduttiva. Elementi decisivi di questa situazione sono la scarsa informazione e la mancanza di prevenzione.

Tra le maggiori cause di infertilità maschile e femminile bisogna includere, quindi, l’incremento delle malattie infettive sessualmente trasmissibili. Secondo l’ Organizzazione Mondiale della Sanità ogni anno si presentano circa 340 milioni di nuove infezioni nel mondo. Tra i più a rischio sono i giovani adolescenti. Almeno 111 milioni hanno meno di 25 anni di età. I maggiori fattori di rischio sono lo stile di vita e le abitudini alimentari, il fumo, l’ uso di alcol e droghe.

Proprio per sensibilizzare i giovani su questo importante argomento il Ministero della Salute in collaborazione con il dipartimento di Medicina sperimentale dell’ Università La Sapienza di Roma, sezione di Fisiopatologia medica ed endocrinologia, hanno lanciato il progetto dal titolo “Accademia della fertilità”.

Gli incontri si svolgeranno presso l’ auditorium della I Clinica medica dell’ università, dall’ 11 giugno al 17 settembre ed avranno come temi di discussione la prevenzione, i nuovi fattori di rischio, le terapie dell’ infertilità, i trattamenti e le tecniche di procreazione medicalmente assistita, ecc.

Questo evento ha lo scopo di informare i ragazzi sul ruolo dell’ educazione alla salute riproduttiva, sull’ importanza della diagnosi e della cura dell’ infertilità come elementi determinanti della salute complessiva dell’individuo. Una parte degli incontri sarà dedicata all’ aggiornamento degli operatori sanitari che si occupano della tutela della salute riproduttiva.

 

Maggiori informazioni sul programma dell’ evento sul sito: http://www.uniroma1.it/


Google+
© Riproduzione Riservata