• Google+
  • Commenta
11 giugno 2012

Europei 2012: l’italia tiene testa alla Spagna

La nazionale italiana ha esordito ieri, a Danzica, negli Europei 2012 con un pareggio contro gli spagnoli, campioni del Mondo e d’Europa in carica.

Nonostante le assai discutibili prestazioni nelle amichevoli precedenti all’inizio di questi europei, l’Italia si presenta bene, fa un buon gioco e non mancano occasioni che mettono in difficoltà la Spagna, sempre pronta, comunque, a difendersi e contrattaccare.

Prima Balotelli, poi Pirlo, seguito da Cassano e da Marchisio, con una splendida esecuzione al volo, mettono in difficoltà Casillas nel primo tempo. Nella ripresa, dopo un clamoroso gol mancato di Balotelli, Prandelli lo sostituisce con Di Natale: al 61’ l’attaccante dell’Udinese, su assist di Pirlo, porta in vantaggio l’Italia.

Ma dopo soli 3 minuti, forse per un calo d’attenzione da parte della nazionale italiana in seguito al vantaggio raggiunto, la Spagna realizza il gol del pareggio grazie a Fabregas. Di qui la sostituzione dello stesso Fabregas con Torres, il grande escluso all’inizio da Del Bosque.

L’ultimo entrato in campo ha tre occasioni per portare in vantaggio la Spagna, ma tutte e tre fallite grazie alla forte presenza di Buffon ma anche ad alcuni suoi errori (pallonetto alto con il portiere italiano completamente fuori dai pali).
Finisce 1-1 una gara emozionante, non priva di momenti tesi e ben giocata. I giocatori italiani ci sono, De Rossi si è dimostrato in ottima forma, insieme a Marchisio e alla maggior parte della squadra.

L’unica nota dolente è stata la prestazione di Mario Balotelli: sotto le aspettative comuni, è sicuramente da rivedere e perfezionare.
Il C.T. della nazionale italiana è soddisfatto e ha, ora, elementi sufficienti per capire come schierare la rosa e soprattutto chi far scendere in campo.

Google+
© Riproduzione Riservata