• Google+
  • Commenta
5 giugno 2012

“Music For Planet 2012”. Pisa collabora con l’Università a favore dell’ecologia

“Music For Planet”, giunto alla sua terza edizione, è organizzato, come di consueto dal  Centro Ricerche su Economia Territorio e Ambiente (CRETA) che ha la sua sede principale e base operativa proprio a Pisa . Il Festival si terrà presso gli impianti sportivi de “La Cella” (Golena D’Arno, via Fiorentina) dall’8 al 10 Giugno.  L’evento è inoltre organizzato da Sala Prove Rockaforte, associazione culturale di Ghezzano, dal progetto Rebeldia Pisa, dall’associzione MICSU con il patrocinio della Regione Toscana e il contributo dell’Università di Pisa.

La manifestazione è totalmente gratuita e aperta a tutti per avvicinare soprattutto i giovani al mondo dell’ambientalismo responsabile, per educare all’uso razionale delle risorse non rinnovabili, evidenziano sotto gli occhi delle pubbliche amministrazioni come sia possibile fare tanto consumando meno. Evento unico nel suo genere nel territorio, rappresenta la volontà delle associazioni  e degli artisti che contribuiscono gratuitamente di voler far qualcosa per migliorare questo mondo. La musica viene sfruttata come linguaggio per comunicare il rispetto per l’ambiente locale e globale, come risorsa da salvaguardare e come stimolo a migliorare, mostrando le buone pratiche facilmente applicabili e correggendo le cattive abitudini.

Il dottor Beniamino Altezza, Presidente del CRETA, ha dichiarato nei giorni scorsi: “Con molta attenzione abbiamo curato un programma che possa coinvolgere attivamente sia gli studenti universitari che i più grandi, le famiglie e i bambini. Quest’anno sono previsti diversi incontri, dibattiti su temi sociali e ambientali, come i consumi energetici, il risparmio, le fonti rinnovabili, ma anche una discussione sui valori e su possibili modello alternativi di sviluppo o di decrescita”.

Il festival vuole basare la sua stessa organizzazione sull’uso accurato di vari beni di consumo. Per ridurre l’impatto ambientale causato dai consumi di materia ed energia che si verificano normalmente durante altri eventi di questo tipo verrà curata con particolare attenzione la raccolta differenziata dei rifiuti prodotti: non ci saranno plastica, il vetro e la latta, verrà preferito il concetto di riutilizzo, oltre all’aver ridotto in fase di promozione l’utilizzo la carta patinata sensibilizzando il pubblico (si è preferita una giusta campagna on-line, sfruttando maggiormente la collaborazione del tessuto locale), si spingerà il pubblico a raggiungere l’area concerti con mezzi pubblici o biciclette. Nella scorsa dizione per ridurre il carico elettrico sono state utilizzate tecnolgie a led per il sistema di luci sul palco ed un Eco-schermo di 2000 lattine riciclate che accentuava gli effetti luminosi e consentiva la videoproiezione e la rappresentazione di immagini a tema.

Suoneranno nei tre giorni di concerto artisti come Dome La Muerte, Filarmonica Municipale la Crisi, I Ramoni (side project dei Latte+), Sara dei Vetri. A questi si affiancheranno giovani musicisti emergenti ricchi di talento Reverberati, Grass Circle, Funkulove, Baf’Oman, Dogs ‘n’ Pigs, Maltomini Marco e gli Aqphen (già ospiti nella passata edizione).

E’ stata infatti introdotta anche una sezione dedicata ai bambini: nella fase pomeridiana dalle 17,00 alle 20,00  sono previsti momenti dedicati esclusivamente ai bambini delle elementari e delle medie della provincia che potranno provare strumenti musicali e riceveranno delle lezioni gratuite. L’intento è quello di avvicinarli alla musica e all’ambiente -proponendo attività divertenti all’aperto- e con loro riuscire a coinvolgere anche i genitori

Il 9 Giugno sarà offerto al pubblico anche lo spettacolo di danza e improvvisazione “Panta Rei: tutto scorre”organizzato e realizzato dalla giovane artista Annita Conti.

Per ulteriori info consultate il sito!

Google+
© Riproduzione Riservata