• Google+
  • Commenta
21 giugno 2012

Presentazione a Roma de “I campus di Fisciano e Lancusi”

Venerdì 22 giugno, presso la Sala Mostre e Convegni Gangemi Editore, ubicata in via Giulia 142, a Roma, ci sarà la presentazione del volume “I Campus di Fisciano e Lancusi”, curato dal Professore Enrico Sicignano.

All’incontro, oltre all’autore del libro, parteciperanno Raimondo Pasquino, Rettore dell’Università degli Studi di Salerno, Vito Cardone, Preside della facoltà di Ingegneria dell’Università di Salerno e Sergio Poretti, docente presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata. A moderare l’incontro ci sarà il giornalista RAI Michele Mazza.

Il Prof. Sicignano, oltre ad essere docente di Architettura Tecnica, è autore di numerose pubblicazioni e scrive su riviste nazionali ed internazionali; con questo libro, fa un po’ il punto della situazione sulla crescita dell’Ateneo salernitano negli ultimi anni.

Salerno era stata la sede dell’ antica Scuola Medica Salernitana, fondata nel IX secolo, poi trasformata in Università, che un decreto di Gioacchino Murat del novembre 1811 decise di chiudere. Nel 1944 c’è stata la nuova costituzione di un Istituto universitario a Salerno, che nel 1968 è diventato statale.

L’insediamento nella valle dell’Irno risale alla metà degli anni ’80, e questa collocazione molto favorevole, che pone l’Ateneo al centro della Campania, allo snodo di incroci autostradali, permette di raggiungere facilmente l’Università e fa in modo che venga soddisfatto un notevole bacino d’utenza, che si estende dai paesi che fanno parte della fascia meridionale della Provincia di Napoli fino alle Province lucane, calabresi e pugliesi.

L’utenza studentesca è cresciuta molto negli anni e attualmente sfiora le 40.000 unità; questa crescita costante è dovuta anche al fatto che l’Università di Salerno è una della poche in Italia ad avere la struttura del campus, con circa 2 km quadrati di estensione.

Insomma, un Ateneo in continua evoluzione che offre non solo un’ampia scelta di facoltà, ma anche innumerevoli servizi, come il centro orientamento, le biblioteche, le residenze universitarie, le mense, le infrastutture per lo sport, la cappella, la piscina coperta e tanti altri.

Una tappa fondamentale per l’Ateneo è stata la nascita della facoltà di Medicina e Chirurgia, avvenuta nell’anno accademico 2006/2007 e delocalizzata nei pressi dell’uscita di Lancusi del Raccordo Autostradale 2 Salerno-Avellino, nel territorio comunale di Baronissi. Considerate le antichissime tradizioni che la città di Salerno può vantare con la Scuola Medica Salernitana, si tratta davvero di un passo importante e tra l’altro fra circa un mese, verranno proclamati i primi laureati in Medicina, dopo i 6 anni ordinari.

Anche la Scuola di Giornalismo è nata da pochi anni, la prima fondata presso un’ Università pubblica del Sud, regolarmente riconosciuta dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti.

Il lavoro del Prof. Sicignano rappresenta un omaggio a tutti coloro che, a ogni livello e nel corso degli anni, hanno contribuito a rendere grande questa antica e giovane Università, sottolineando le direzioni di sviluppo che possono contribuire a migliorare la qualità dell’Ateneo ed il percorso didattico, e non solo, dei suoi iscritti.

 

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy