• Google+
  • Commenta
16 luglio 2012

Collaborazione Italia-Cina. Come nascondere lo sporco sotto il tappeto

Ospedale Sant'Andrea di Roma

Giovedì 19 luglio, presso l’Ospedale Sant’Andrea di Roma, avrà lugo un incontro internazionale sul tema Ginecologia e Infertilità.

Ospedale Sant'Andrea di Roma

Ospedale Sant’Andrea di Roma

L’evento, vuole consolidare la collaborazione intergovernativa tra il governo italiano e quello cinese per la divulgazione in Italia della cultura della medicina tradizionale cinese. Tale collaborazione prevede attività di ricerca, incontri e accordi di collaborazione tra la facoltà di Medicina della Sapienza e le università di Shanghai, Nanchino, Pechino e Hangzou.

Questo incontro vedrà la presenza del rettore Luigi Frati, Federico Masini (prorettore alla Politica per la didattica), Vincenzo Riparo (preside della facoltà di Medicina e Psicologia), Giuseppe Familiari, (presidente del corso di laurea in Medicina e Chirurgia) e Maria Paola Corradi (direttore sanitario del Sant’Andrea).

Inanzitutto gradirei chiarire che un accordo internazionale tra diverse università non è sempre e unicamente motivo di crescita culturale e/o economica reale di un paese. La medicina tradizionale cinese fonda ogni sua teoria su un assunto di base: ogni essere vivente è un continuum ininterrotto di energia, dal polo più sottile (spirito) al più coeso (corpo).

Nello stato di salute come nella malattia, vi è comunicazione e influenza tra le parti: il benessere della mente giova al corpo come un disturbo fisico influenza la psiche. Tale teoria determina un tipo di medicina che prende in considerazione corpo fisico, mentale e spirituale in un unico insieme per cercare di arrivare alla radice della malattia, anziché considerale la sola parte ammalata.

Tale teoria poggia le fondamenta su metodi curativi già attivi circa 2500 anni fa. L’unico punto dolente è il massiccio utilizzo nella medicina tradizionale cinese della bile degli orsi della luna.

La bile dell’orso rappresenta una sostanza curativa per vari problemi (fegato, reni pelle ecc…) se non fosse che in natura esistono sotto forma vegetale più sostanze con identiche proprietà, ma il popolo asiatico non riesce a fermare un business che ancora oggi imprigiona per trent’anni milioni di orsi con un catetere infilzato nella cistifellelea e rinchiusi in gabbie talmente piccole che non permettono all’animale nemmeno di muoversi.

Insomma trent’anni di immobilità e atroci dolori continui per una sostanza che si trova sotto forma vegetale, tutto questo per mantenere in vita un business che oggi potrebbe determinare la chiusura di enormi fattorie di bile contro l’interesse di persone che ne ricavano lauti guadagni.

Inoltre oggi la bile dell’orso ha raggiunto una tale sovrapproduzione che per smaltirla la si mette un po’ ovunque: scampi, saponi, bevande ecc…

Una pratica talmente disumana che anche Beppe Grillo ha deciso di adottare un’orsa della luna per portarla via da una non vita di atroci sofferenze tramite le varie associazioni animaliste che in tutto il mondo lavorano per rendere questo pianeta più etico e giusto. Ma il dio moneta è troppo forte rispetto a semplici persone che chiedono giustizia, libertà e un approccio più etico nei confronti di un pianeta, oramai, devastato dall’azione umana.

Anche la medicina tradizionale cinese, con tutte le sue teorie antiche quanto innovative, segue la scia del denaro a scapito della verità e della giustizia. Cosa ne uscirà dalla collaborazione Italia-Cina in medicina? Non si può dire ma considerando le prospettive la via per scoprire la verità la si trova in un semplice assunto: Follow the money!

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy