• Google+
  • Commenta
7 luglio 2012

Cooperazione scientifica tra Scuola Superiore Sant’Anna e Fondazione Don Gnocchi

La Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e la Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlushanno sottoscritto il 6 luglio 2012 a Firenze, presso l’Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico “Don Carlo Gnocchi”, una convenzione di cooperazione scientifica per portare avanti in maniera congiunta progetti tesi a migliorare il benessere del bambino, dell’adulto e dell’anziano, con particolare riferimento ai dispositivi e alle applicazioni sviluppate presso l’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna e negli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) di Milano e di Firenze della Fondazione Don Gnocchi.  E’ questo il punto centrale dell’intesa firmata da Maria Chiara Carrozza, Rettore della Scuola Superiore Sant’Anna, e da Monsignor Angelo Bazzari, Presidente della Fondazione Don Carlo Gnocchi, durante un incontro nell’ambito del Progetto Europeo “Cyberlegs”, coordinato da Maria Chiara Carrozza e portato avanti all’interno del Settimo Programma Quadro dell’Unione Europea per realizzare, nell’ambito di una pluralità di obiettivi scientifici, un nuovo dispositivo ortesico – protesico robotico per la riabilitazione e l’assistenza motoria degli amputati transfemorali.

Il nuovo sistema ortesico – protesico, “Cyberlegs”, appunto, sarà costituito da due sottosistemi: una protesi transfemorale robotizzata, che rimpiazzerà l’arto amputato, ed un’ortesi robotizzata, collegata alla protesi, che assisterà il movimento dell’arto sano dell’amputato. La combinazione dei due dispositivi permetterà all’amputato di camminare con un minor dispendio energetico e, quindi, con un minore sovraccarico muscolare. L’intero sistema avrà un’alta efficienza energetica e sarà controllato dall’utente con facilità, grazie ad una rete di sensori indossabili che rivelano il movimento del corpo e ad un avanzato sistema di controllo (ulteriori dettagli su www.cyberlegs.eu).

In particolare, la convenzione scientifica tra Scuola Superiore Sant’Anna e Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus prevede lo sviluppo di un ampio progetto di collaborazione scientifica e tecnologica nei settori della biorobotica, della neuro-robotica, della robotica per la riabilitazione motoria e sensoriale e della biomeccanica e nell’ambito della formazione. L’obiettivo è valorizzare, esclusivamente per raggiungere finalità sociali, il rapporto tra formazione, ricerca e innovazione attraverso nuovi dispositivi “volti a favorire il benessere delle varie categorie sociali, soprattutto di quelle meno tutelate”, come si legge sulla convenzione e come da sempre rientra negli intenti della Fondazione Don Gnocchi. In questo senso, le due istituzioni metteranno a disposizione competenze ed esperienza, sviluppando in maniera congiunta attività di ricerca e studio nel settore delle tecnologie avanzate per la diagnosi, la riabilitazione, il monitoraggio e il recupero dell’autonomia dei pazienti. La convenzione passerà alla fase operativa in tempi stretti. Entro due mesi dalla firma, la Scuola Superiore Sant’Anna e la Fondazione Don Gnocchi presenteranno il programma comune di ricerca per il triennio successivo.

 

«L’accordo con la Fondazione Don Gnocchi – spiega Maria Chiara Carrozza, Rettore della Scuola Superiore Sant’Anna – è particolarmente importante, soprattutto per l’Istituto di Biorobotica perché permette di avere accesso alla sua struttura clinica di eccellenza, per sperimentare le tecnologie avanzate di riabilitazione e di assistenza personale. L’Istituto di Biorobotica sta costruendo un network nazionale di centri clinici che operano nel settore della riabilitazione e che sono attenti alle innovazionitecnologiche. La convenzione – continua il Rettore Carrozza – consentirà alla Scuola Superiore Sant’Anna e alla Don Gnocchi di sviluppare programmi congiunti di ricerca finalizzati alla progettazione di nuove soluzioni tecnologiche e robotiche e alla loro sperimentazione con pazienti e con soggetti che presentano disabilità motorie e cognitive in un ambiente protetto e controllato. Questa collaborazione permetterà anche di abbreviare i tempi necessari per rendere disponibili agli utenti le nuove tecnologie».

«La firma di questa convenzione di cooperazione scientifica e tecnologica tra la Scuola Superiore Sant’Anna e la Fondazione Don Carlo Gnocchi, riconosciuta Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) nei Centri di Milano e Firenze – aggiunge Monsignor Angelo Bazzari, Presidente della Fondazione Don Gnocchi – suggella un percorso di reciproca stima e collaborazione, anche tramite visite istituzionali sul campo e prospetta una collaborazione più organica e sistematica negli ambiti della ricerca scientifica, tecnologica e della formazione, finalizzata al recupero dell’autonomia dei pazienti. Si tratta di un accordo quadro con una qualificata istituzione che reca prestigio alla Fondazione Don Carlo Gnocchi, ne alza l’indice reputazionale e pone le basi per sviluppare un fecondo rapporto di collaborazione scientifica e tecnologica su nuove frontiere quali la biorobotica, la neuro-robotica e la robotica per la riabilitazione motoria e sensoriale e la biomeccanica. L’impegno reciproco – conclude Monsignor Bazzari – delle due istituzioni si colloca inoltre nelle linee promosse dalla Regione Toscana e nella prospettiva di ulteriori sviluppi nazionali e internazionali».

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy