• Google+
  • Commenta
1 luglio 2012

Firenze University Press, Premio Tesi di Dottorato 2012

Bandito dal FUP il “Premio Tesi di Dottorato”. C’è tempo fino al 3 agosto per presentare le domande di ammissione.

Giunge alla sesta edizione il “Premio Tesi di Dottorato” bandito anche quest’anno dal Firenze University Press (FUP), il Centro editoriale di Ateneo, nato nel 2003 con l’obiettivo di diffondere i risultati della ricerca scientifica nel circuito accedemico nazionale e internazionale. Risponde a questa missione il Premio destinato alle migliori tesi discusse nelle Scuole di Dottorato e nei Dottorati dell’Università di Firenze. Il concorso si rivolge a tutti coloro che hanno conseguito il titolo di Dottore di Ricerca presso l’università toscana nel periodo compreso tra il 1 luglio 2011 e il 30 giugno 2012.

I lavori che dovranno pervire entro e non oltre il 3 agosto, saranno valutati da una commissione giudicatrice nominata dal Consiglio di gestione del FUP e composta da quindici rappresentanti delle dodici Facoltà e delle cinque aree di ricerca dell’Università degli Studi di Firenze. I premi in palio sono sette: cinque per le aree in cui è suddivisa l’attività di ricerca dell’Università (Biomedica, Scienze Sociali, Scientifica, Tecnologica, Umanistica), più altri due a scelta della Commissione. I premi verranno conferiti ai vincitori dal Rettore dell’Università di Firenze e  consisteranno nella pubblicazione delle tesi dei nuovi Dottori di Ricerca.

Per ogni area verrà premiata un’unica tesi e solo nel caso in cui tra i lavori presentati per ogni area ve ne sia almeno uno degno di pubblicazione. Gli altri due premi potranno eventualmente essere assegnati dalla Commissione a tesi di altrettanto valore scientifico all’interno di qualsiasi area e, in particolare, di quelle più eterogenee. Ogni pubblicazione avrà inoltre, accanto alla versione cartacea, anche una versione elettronica, settore di massimo interesse per il FUP che in questi anni ha rivolto particolare attenzione allo sviluppo delle nuove tecnologie digitali.

Google+
© Riproduzione Riservata