• Google+
  • Commenta
18 luglio 2012

Ultimi giorni di lezione ed esami del “Master Europei 2012”

 

Ultimi giorni di lezione ed esami a Bruxelles per i centosedici corsisti pugliesi, protagonisti dei “Master Europei 2012” dell’Università del Salento, gli unici in Italia a svolgersi in tre Paesi diversi: Puglia, Polonia, Belgio. A salutarli Jerzy Buzek, ex presidente del Parlamento Europeo ed ex Primo ministro della Polonia, che insiste sull’importanza dello studio e della formazione per uscire dalla crisi mondiale.

«L’Unione Europea sta ancora vivendo momenti difficili sia in termini economici e sociali al fine di uscire da questa crisi» – ha spiegato ai corsisti. «Abbiamo bisogno di rendere la ricerca e l’istruzione una delle nostre priorità. Inoltre, abbiamo bisogno di trasformare l’Europa in un’economia basata sulla conoscenza. Il nostro futuro non può appoggiarsi solo sulla tecnologia, ma sulle persone. Sono felice che i giovani di oggi abbiano la possibilità di crescere, di scambiare esperienze, di essere coinvolto in alcuni progetti molto ambiziosi, come questi programmi di Master Europei dell’Università del Salento. Sono contento che ora siete in grado di realizzare i vostri sogni».

Sono stati fissati per il 22 e 23 luglio gli esami finali di tutta la didattica. Da settembre, dopo la pausa agostana, inizieranno gli stage: per i più meritevoli si apriranno anche le porte delle grandi istituzioni europee. Tra i tanti, è già previsto l’inserimento di due corsisti presso il Parlamento Europeo, due presso l’Ufficio della Regione Puglia a Bruxelles, due presso le Rappresentanze Regionali Polacche a Bruxelles, uno per il Consolato della Repubblica Italiana a Wrocław.

European Translator, Tourism Management, European ICT, European Business Law, EU Projects, e Human Resources Management: sono questi i sei corsi che stanno aprendo le porte dell’Europa ai giovani pugliesi che hanno potuto godere delle borse di studio offerte dalla Regione Puglia. A partire da grandi collaborazioni a livello europeo per stage nel cuore dell’Europa economica e politica.

«Gli studenti sono entusiasti, sia per la didattica, sia per le importanti realtà lavorative con cui si sono approcciati – spiega la Prof.ssa Barbara Wojciechowska, Direttore dei Master Europei. Finalmente i ragazzi possono applicare quanto hanno studiato e possono passare all’azione. L’Onorevole ha spiegato che molti fondi europei non sono stati usati, quindi occorre approfittarne. Ora possono tornare in Puglia per proporre nuovi progetti e nuove competenze, per la Regione e per l’Europa».

Google+
© Riproduzione Riservata