• Google+
  • Commenta
30 agosto 2012

Ca’ Foscari scommette sul merito

C’è tempo fino al 10 settembre per partecipare al bando di selezione che prevede 28 posti vitto e alloggio compreso, presso il Collegio Internazionale Ca’ Foscari a Venezia.

Sull’isoletta di San Servolo, il vecchio ospedale psichiatrico che affaccia su piazza Venezia si è trasformato, grazie ad un finanziamento del Miur e della Provincia di Venezia che ha messo a disposizione l’edificio, in un Collegio universitario, destinato a diventare fucina di grandi talenti.

Sono solo 28, i posti riservati alle migliori matricole appena uscite dai licei, ai quali verrà offerto un programma ad hoc con corsi, seminari, workshop in lingua inglese o in altre lingue, tutto concentrato sull’isoletta lagunare, futura oasi universitaria.

Tale progetto, rientra nei Collegi del merito riconosciuti dal Miur che va ad affiancarsi ad altre strutture già presenti in Italia: Bologna, Roma, Trento e Padova.

Ciò che diversifica e caratterizza San Servolo è l’internazionalizzazione e la multidisciplinarità, difatti, le facoltà offriranno corsi di chimica in cinese o di ingegneria in giapponese.

Conoscenza dell’inglese a livello B2, se straniero livello B1 d’italiano, voto di maturità superiore a 90/100 o titolo equipollente, queste le caratteristiche basilari per poter accedere al bando di selezione e alle prove scritta e orale, in seguito, poi, lo studente dovrà mantenere una media alta per poter aver diritto a permanere presso il Collegio.

Venezia è una città alquanto cara, un affitto si aggira intorno ai 500 euro per un posto letto in doppia, quindi si prevede un’adesione cospicua, ma solo i primi quindici avranno una copertura totale della borsa con vitto e alloggio inclusi, mentre per gli altri dieci è previsto il 75%  delle spese.

L’obiettivo degli ideatori del progetto è quello di creare l’eccellenza, a tutti i livelli.

In una società sempre più globalizzata, dove non basta saper parlare le lingue, ma produrre con le lingue qualcosa di concreto, la creazione di San Servolo, costituisce, certamente, un elemento positivo per l’Italia, a livello mondiale.

Per evitare di generare disparità con coloro che per un motivo o per un altro non riusciranno ad accedervi, il Collegio promuoverà un’apertura all’esterno, creando delle collaborazioni anche con altre università attraverso l‘organizzazione di mostre, eventi e laboratori aperti a tutti.

fonte foto: www.unive.it

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy