• Google+
  • Commenta
19 agosto 2012

Cioccolato e cervello, un binomio indissolubile

L’Aquila – Una ricerca dell’università dell’Aquila ci dice che il cioccolato fa molto bene al cervello

Qualche giorno fa abbiamo parlato della scoperta fatta da un team di ricercatori dell’Aquila riguardo ai benefici del cacao e per la precisione “I miracoli del cacao: migliora anche le funzioni cognitive”.

Nei flavanoli del cacao si nasconde la risposta ai nostri problemi di memoria. La ricerca condotta dall’università dell’Aquila con a capo del team Giovambattista Desideri, ha portato a risultati concreti, tanto da da venire pubblicato su “Hypertension”, la rivista dell’American Heart Association.

Naturalmente il cioccolato deve essere introdotto in una dieta equilibrata e non si deve eccedere con il suo consumo.

I risultati raggiunti dai “ricercatori del cioccolato” ha portato dei risultati significativi, tanto che  il cioccolato sembra aiutare a bloccare il declino cognitivo che ogni anno colpisce più del 6 per cento degli ultrasettantenni, causando loro problemi di memoria. Il cioccolato potrebbe arrivare ad essere una soluzione terapeutica contro l’Alzheimer.

Ma quanto ci fa bene il cioccolato forse neppure lo immaginiamo!

Diverse ricerche scientifiche provano che il cioccolato è un’ottima fonte di energia. Di immediata assimilazione, una tavoletta di cioccolato è lo spuntino ideale per chi pratica sport, in quanto 30 g apportano circa 150 calorie, l’equivalente di una merendina o di uno yogurt. Il cioccolato possiede proprietà antidepressive, fungendo da catalizzatore di endorfine, che generano sensazioni di euforia e attenuano il dolore. E’ ricco di serotonina, di cui sono noti gli effetti tranquillanti, contiene feniletilamina, sostanza che induce una sensazione di benessere ed è inibitore della monoamminoassidasi, che crea rigidità articolare.

Le proprietà euforizzanti del cacao sono, inoltre, da attribuire al suo contenuto di magnesio, un minerale spesso carente in chi soffre di depressione.  Sono nati dei veri e propri centri di cioccoterapia, che sfrutta i benefici dei minerali presenti nel cacao: ferro, fosforo, potassio e calcio.

Inoltre, arriva una grandiosa notizia per tutti quelli che amano alla follia il cioccolato; direttamente dalla Gran Bretagna arriva una tavoletta di cioccolato con il 50% in meno di grassi rispetto alle barrette conosciute fino ad oggi.

La barretta è figlia degli studi condotti da un team della Warwich University, in Inghilterra. Noi siamo tutti molto grati a questi fantastici ricercatori.

E a fronte di tutto ciò, chi di voi non vorrebbe fare un viaggio nella fantastica fabbrica del cioccolato di Willy Wonka?!

 

 

 

Fonte immagine: Willy Wonka

 

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy